BlisterNews 8 gennaio

#BlisterNews le notizie in breve dal mondo dell’editoria ► Un detersivo, un pacco di pasta… no, è un libro! ► La biblioteca di New York mette online il suo archivio ► In Cina spariscono editori e librai ► Tre artisti abbandonano il festival del fumetto di Angoulême: nessuna donna nella rosa dei candidati ma il premio…

Clicca Spreaker e ascolta il notiziario di oggi.

Spreaker BlisterNews

Oppure guarda il video su Periscope

Periscope Logo

► NEWS
E partiamo dall’Italia dai dati Istat secondo cui 6 persone su 10 non hanno letto neppure un libro nel 2015 (dato invariato rispetto al 2014). I lettori “forti”, cioè quelli che leggono almeno un libro l’anno, sono il 13,7% (nel 2014 erano il 14,3%). Una persona su 5, cioè il 18,5% della popolazione, non si dedica ad alcuna attività culturale: niente libri e giornale, teatro, cinema, concerti e neppure visite a musei, mostre, siti archeologici. Però non è andata neppure a ballare… Al cinema ci va il 51,1 per cento della popolazione a teatro il 20. E le mostre e i musei interessano solo al 31,7. Cifre che non servono per additare chi si disinteressa della cultura ma dovrebbero sollevare quesiti sul modo in cui siamo educati ed educhiamo alla cultura e su come vengono comunicate, e comunichiamo, queste occasioni di svago culturale.

Cina. Difficile essere un libraio o un editore, soprattutto se vendi o pubblichi testi contro il regime. Sarebbero cinque le persone scomparse e lavorano tutte per la Mighty Current Media di Hong Kong, casa editrice distribuita dalla libreria Causeway Bay Bookstore, che pubblica anche volumi critici (e scandalistici) sui leader comunisti. Gui Minhai il direttore, Lee Bo il general manager, Lin Rongji un manager, Zhang Zhiping un impiegato più un alto collaboratore. Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi non ha voluto rispondere ad alcuna domanda sugli scomparsi. (Nel video Agnes Chow, attivista del gruppo Scholarism racconta quello che sta accadendo ad Hong Kong.)

New York. Al momento sono oltre 672mila immagini – foto, illustrazioni, planimetrie, mappe… – perfettamente archiviate e organizzate per data, tipo e titolo, e aumentano ogni giorno. Sono state digitalizzate dalla biblioteca pubblica di New York che da qualche giorno le ha messe on line rendendole disponibili (e gratuite) per tutti gli utenti. Un patrimonio da guardare e utilizzare!

Un detersivo. Un pacco di pasta. Sigarette. Niente affatto! Si chiamano CofaLetti e sono “packaging letterari che giocano con i simboli delStorie al testo consumo di massa, cercando di stimolare una riflessione sulla lettura”. Ciascun CofaLetto contiene un romanzo – Tre uomini in barca di Jerome, Le meraviglie del Duemila di Salgari, Amore e Ginnastica di De Amicis, Una burla riuscita di Svevo i primi quattro titoli disponibili – da regalare e, perché no, collezionare. A idearli è stato uno stampatore, Geca Industrie Grafiche, che li ha inventati proprio come regali aziendali e per gli amici.

► AGENDA
Nel 1324 moriva un commerciante ed esploratore reso immortale anche grazie alle pagine dettate allo scrittore Rustichello di Pisa in cui gli raccontava del suo eccezionale viaggio in Cina, lui è Marco Polo e il testo è Il Milione. Sempre oggi, nel 1642, nei pressi di Firenze, muore l’astronomo e fisico Galileo Galilei che si trovava ad Arcetri al confino dopo le accuse di eresia e la condanna. Nasceva oggi, nel 1921, lo scrittore Leonardo Sciascia insegnante di scuola elementare e scrittore, saggista, drammaturgo, poeta, giornalista, politico che si definiva “Uno che cerca di semplificare, secondo verità”.

► LA PUNTURA
Parigi. È polemica all’Angoulême International Comics Festival (28-31 gennaio 2016), uno dei più importanti al mondo per vignette e graphic novel. Tra i 30 candidati al premio infatti non c’era neppure il nome di una donna. Non che stupisca visto che, in 43 anni di storia, la manifestazione ha incoronato soltanto una vincitrice: l’artista francese Florence Cestac. D’accordo con le lamentele Danile Clowes, Joann Sfar e Riad Sattouf i tre grandi artisti che si sono ritirati dalla competizione. Ed ecco che, per magia, gli organizzatori hanno inserito ben sei nomi femminili del panorama fumettistico internazionale (tra cui Marjane Satrapi, l’autrice di Persepolis). Ah meglio tardi che mai.

► IN LIBRERIA
Quanti libri sono usciti? Negli ultimi tre giorni circa una 30. Per quanto riguarda la classifica dei più venduti nelle ultime 24 ore: È così che si uccide di Mirko Zilahy (Longanesi). Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà di Luis Sepúlveda (Guanda) e al terzo posto, new entry Le ultime diciotto ore di Gesù di Corrado Augias (Einaudi).

► PER APPROFONDIRE LE NOTIZIE

2 Risposta

  1. Barbara

    I CofaLetti sono bellissimi! Mi segno il link, sperando che la scelta sia ampliata. Quello a detersivo lo regalerò sicuramente a qualche amica pigrona in lettura! 😉

Lascia un commento