Tags : Reginald Arkell

Incipit

Memorie di un vecchio giardiniere

Era una mite mattina d’autunno, di quelle in cui la foschia dell’alba si tramuta in una pioggerella leggera e l’acqua gocciola da ogni dove. Non era ancora una vera avvisaglia dell’inverno, quanto piuttosto una dolce pausa fra due stagioni che danno sempre il meglio di sé: né troppo caldo, come era stato; né troppo freddo, […]Leggi di più