BlisterNews 27 aprile 2016

#BlisterNews le notizie in breve dal mondo dell’editoria ► Il gruppo che sfida gli egoismi per il bene della collettività ► L’Italia è il Paese ospite alla Abu Dhabi International Book Fair ► Tre scrittori tra le persone più influenti secondo Time (e una è italiana) ► La Nave di Teseo e i suoi iceberg…

► NEWS
Emirati Arabi. È un mercato in crescita, sostenuto con energia dell’Emirates Publishers Association, e promosso anche grazie al sostegno di due fiere: la Sharjah International Book Fair e la Abu Dhabi International Book Fair, la cui ventiseiesima edizione inizia  proprio oggi (fino al 3 maggio). L’ospite d’onore? Un blog di libri è lieto di dirvi che si tratta proprio dell’Italia! Nel 2015 questa manifestazione ha accolto quasi 270mila visitatori, dando vita a un giro d’affari di circa 9 milioni di euro, ed è ormai il punto di riferimento per i rapporti tra l’industria libraria occidentale e tutti i Paesi del Medio Oriente e del Nord Africa. L’Italia avrà a disposizione un padiglione di ben 152 metri quadri per promuovere la filiera e le diverse proposte editoriali.

Il Time ha reso nota la classifica delle 100 persone più influenti. E tra gli habitué – soprattutto cantanti, attori e registi – spiccano ben (si fa per dire) tre scrittori. Tra questi Elena Ferrante (pubblicata in Italia da e/o) segnalata da Lauren Groff (scrittrice a sua volta). Gli altri due scrittori sono americani. Una è Marylinne Robinson, classe ’43, gigante della letteratura americana inserita nella lista dal romanziere irlandese Colm Tóibín (nota anche per la sua intervista/chiacchierata con il Presidente Barack Obama) pubblicata in Italia da Einaudi. Il secondo è Ta-Nehisi Coates, classe ’75, giornalista, attivista e saggista afroamericano che si occupa di ineguaglianza e questioni razziali. È l’autore di Between the World and Me ed è stato presentato da Bryan Stevenson, fondatore dell’Equal Justice Initiative.

Si intitola: Un mese di bontà ed è un esperimento/istallazione artistica/provocazione ideato dal collettivo DustyEye. Cioè “Un sovversivo invito alla lungimiranza affinché la dilagante brama di denari non ostacoli la crescita di un Pensiero critico e costruttivo verso il Contemporaneo”. Il 7 maggio a Roma, a Villa Borghese, verrà lasciata una istallazione in cui campeggia una teca contenente 5 euro sotto vetro. A fianco un comodo martello. Le possibilità? Se per un mese i soldi non verranno prelevati, nel luogo in cui è stata istallata opera verranno distribuiti e donati ben 100 libri.

► AGENDA
Tati auguri alla giornalista Lina Sotis. Inizia a lavorare per Vogue, scrive per Amica e Gioia. Passa poi al Corriere – è la prima donna nella storia del quotidiano a entrare nella sezione della cronaca cittadina – occupandosi di costume e società. Auguri anche a Riccardo Iacona, giornalista e conduttore.

► LA PUNTURA
Dopo i pirotecnici lanci (qualcuno ricorderà il libro di Eco fresco di stampa al funerale dello scrittore) e un libro allo Strega (di Elena Stancanelli), La Nave di Teseo fa parlare di sé per alcune copertine diciamo tristanzuole (per essere generosi). Oddio a ben guardare ci sarebbe pure la poco elegante pubblicazione del libro di Vittorio Sgarbi (Parmigianino) fratello di Elisabetta Sgarbi e un sito davvero sconfortante…

► IN LIBRERIA
Quanti libri sono usciti? Oggi sono 16. Oggi andiamo a curiosare nella classifica dei lettori su aNobii troviamo Kobane Calling di Zerocalcare (Bao Publishing).

► PER APPROFONDIRE LE NOTIZIE

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento