BlisterNews 4 novembre

La Rowling sta scrivendo un nuovo libro per ragazzi? A Seattle apre la prima libreria fisica di Amazon. L’ereader sconfitto da smartphone e tablet: i device integrati sono i preferiti dagli acquirenti.

Clicca l’immagine e ascolta la puntata.

Spreaker logo

9 Risposta

  1. aldo

    non c’entra niente, ma proprio niente, però lo dico qui. Lo sai che in Scozia c’è una libreria in affitto a settimane? Funziona come un cottage. Tu affitti la libreria per una settimana (prenotazioni complete fino al 2017) e ti impegni a fare il libraio per tutta la settimana. Apri alle 8 e chiudi alle 5 di sera. Ricevi i clienti, dai consigli e fai tutto quello che fa un libraio. Se vuoi vendi anche la Rowling. Ecco così ci leghiamo al punto.E vivi nell’appartamento sopra la libreria. Per una settimana. E’ un modo per entrare nella vita dei locali. Scusa se sono andato fuori tema. In compenso ho letto tutti e 7 i libri di Harry Potter a voce alta. Perdonato?

    • Aldo ma è una notizia fantastica! Come si chiama questo posto geniale?

    • Barbara

      Dove dove DOVE?????
      …e chi aspetta fino al 2017! 🙁

  2. Oh, che posto magnifico questa libreria scozzese, pare anche un soggetto bellissimo per una trama, no? Non riesco più ad ascolarle le tue news libresche, quando la sera il pc torna mio, sono schiantata sul divano e lo sforzo di raggiungere la postazione è troppo. Mi accontento della didascalia, che leggo in ufficio. Però sono tornata in libreria e ho cercato le tue proposte del lunedì. Un bacio

  3. aldo

    http://www.theguardian.com/books/2015/aug/21/tourists-offered-chance-to-run-a-bookshop-on-holiday-wigtown

    Questo l’articolo del Guardian da cui è partito tutto.

  4. Sono contenta che la Rowling mi piace molto malgrado sia ampiamente fuori età e non abbia figli il fatto che Amazon abbia aperto una libreria fisica mi piace sono dell’idea che l’atmosfera del luogo sia importante per incontrare persone con la stessa passione per confrontarsi che poi abbia messo di faccia i libri trovo renda più facile la consultazione e sono ok i pareri dei lettori una specie di trip advisor . Aggiungo un commento a quanto scritto da Aldo per me sarebbe un sogno da realizzare grande idea quando in Italia ora chiudo lo giuro

    • Ciao Silvia, ma qui puoi prendere tutto lo spazio che vuoi! Concordo con te, sarebbe una idea bellissima… chi lo sa se qualche matto replicherà in Italia. Matto perché immagino la burocrazia canaglia 😉

  5. Barbara

    Un ereader è quasi sempre associato alla piattaforma di acquisto, mentre un tablet lo si può usare per tutto, pena l’installazione delle singole app. Il problema? il consumo della ricarica del device. Io sto leggendo un libro con app kindle da smartphone…ma devo avere il cavo di ricarica sempre dietro. Mentre gli ereader non hanno questi problemi.

Lascia un commento