Ebook: come faccio a leggerli?

Non i “nemici della carta” ma solo un altro modo per fruire dei contenuti; molti, però, non sanno dove acquistarli, come e su quale device leggerli. Ed è possibile stamparli, trovarli in libreria e regalarli? 

Un libro elettronico non è null’altro che un testo digitale, cioè un file che si può consultare e fruire sul computer, tablet e smartphone oltre che, ovvio, sugli e-reader (ebook reader come Kindle, Kobo, Tolino, Sony eccetera) i device pensati appositamente per gli ebook. Leggere un libro elettronico è facilissimo! Più complicato, magari, è conoscere alcuni aspetti tecnici legati a questi file, ma è come se un lettore perEbook versus libri leggere un cartaceo dovesse sapere esattamente come viene realizzato un libro, dalle bozze alla stampa. No, non è necessario!

Se vi interessano due dati tecnici, eccoli, altrimenti potete saltare direttamente alla sezione “reader”.

► Formati Gli ebook sono file e come tali possiedono diverse estensioni (una sequenza di lettere che è un po’ la carta di identità di un documento elettronico: .doc per esempio o .mp3 per indicare i file word o musicali). A seconda del formato variano i dispositivi su cui si possono leggere e le caratteristiche di visualizzazione. I più comuni sono ePub (electronic publication) e mobi (l’abbreviazione di Mobipocket, creatrice del formato). Il primo possiede la cosiddetta fluidità del contenuto: il testo si adatta alle dimensioni del dispositivo di lettura e chi legge può modificare la dimensione dei caratteri; è il più diffuso (è libero e aperto) ed è compatibile con la maggior parte dei dispositivi digitali. Il secondo, cioè mobi, è il formato scelto da Amazon per gli ebook distribuiti sulla sua piattaforma.

DRM sugli ebook Protezione DRM (Digital Rights Management) È un sistema che serve per proteggere i contenuti (e quindi tutelare il diritto d’autore). Il Social DRM (o Watermarking) non limita in alcun modo l’esperienza di lettura – il testo può essere letto su qualunque device e convertito – e permette semplicemente di inserire delle informazioni (difficili da rimuovere) sul proprietario del file, è quindi una sorta di etichetta digitale. L’Adobe DRM, invece, limita molto l’utente. Per prima cosa si acquista una licenza e per poterla fruire bisogna registrarsi e creare il proprio id adobe. Gli ebook acquistati possono essere letti su un massimo di sei dispositivi (autorizzati dallo stesso Adobe ID) e non sono compatibili con i dispositivi e le applicazioni Kindle; inoltre il contenuto non può essere stampato, copiato o modificato. Come li riconosci? Sono file con l’estensione .ACSM.

► Convertire e stampare È possibile? Sì, grazie a Calibre per esempio (vedi sotto) e lo puoi fare nel rispetto dei diritti digitali (se si tratta di Social DRM). La stampa è concessa solo se non si tratta di un Adobe DRM. (Esistono programmi che sbloccano e convertono i file .ACSM? Sì, ma non è una operazione legale).

► Reader Sono lo strumento creato apposta per leggere gli ebook. Offrono quindi una migliore esperienza di lettura perché il display e il tipo di tecnologia utilizzata consente di riposare gli occhi ed emulare carta e inchiostro (impiegano l’eInk, il cosiddetto inchiostroEbook elettronico che non riflette la luce e riposa la vista). È come leggere un cartaceo? Be’, non vi sarà possibile fare le orecchie…ma potrete mettere segnalibri, sottolineare il testo, aprire link, condividere i contenuti sui social, cercare le parole sul dizionario. Non è un libro è un ebook, a non cambiare è il contenuto.  In commercio ce ne sono tantissimi (i migliori? Qui trovate una classifica) e vi permettono di leggere e archiviare migliaia di titoli in uno spazio ridottissimo.

Non avete un reader e non volete comprarlo? Potete provare a leggere gli ebook direttamente sul vostro computer, oppure su tablet e smartphone. Se non volete spendere neppure per gli ebook, tenete presente che ce ne sono moltissimi gratis disponibili (legalmente). Per esempio su Amazon ma anche su Ibs, BookRePublic, LaFeltrinelli.it… (date un occhio qui).

► Programmi E poi? Per prima cosa devo scaricare un software o una app (qui sotto ne trovate alcune) che mi permetterà di leggere il mio Ebook sullo smartphonelibro digitale.

→ Sul computer

  • EPUB reader per Firefox. Se volete leggere sul computer libri in formato ePub – su Windows, Mac OSX e Linux – potete scaricare questo programma facile e intuitivo.
  • FBReader Legge ePub (senza DRM), mobi e altri formati e può essere utilizzato per scaricare i libri dai cataloghi online.
  • Calibre è un software open source (cioè il codice del programma è libero e disponibile per chiunque voglia usarlo e implementarlo) che permette di leggere moltissimi formati digitali (Cbz, Cbr, Cbc, Epub, Fb2, Html, Lit, Lrf, Mobi, Odt, Pdf, Prc, Pdb, Pml, Rb, Rtf, Tcr eTxt) di convertire i libri in svariati formati digitali e, soprattutto, di archiviare i vostri ebook.
  • Kindle è l’applicazione di lettura di Amazon che permette di leggere gli ebook Kindle sul tuo computer, tablet o smartphone (su iOS e Android).

→ Per iPad e iPhone

  • Bluefire Reader Si scarica gratuitamente da iTunes e permette di leggere gli ebook in formato ePub anche con DRM.
  • iBooks è la app della mela per leggere gli ebook collegata all’iBooks Store, apre anche i contenuti pubblicati in formato ePub e PDF (per importarli devono essere privi di DRM).
  • Kindle è la applicazione di lettura di Amazon che permette di leggere gli ebook Kindle sul tuo computer, tablet o smartphone.

→ Per Android

  • Aldiko Book Reader Si scarica dal Play Store di Google e serve per leggere gli ebook in formato ePub (anche con DRM).ebook-tablet
  • Cool Reader Ecco un’altra applicazione molto usata per leggere l’ePub (senza DRM) su dispositivi Android.
  • GoBook Lettore personalizzabile, interfaccia intuitiva, funziona solo con i file txt ed ePub.
  • Kindle è la applicazione di lettura di Amazon che permette di leggere gli ebook Kindle sul tuo computer, tablet o smartphone.
  • Moon+Reader Ha diversi temi di visualizzazione e svariate impostazioni per la lettura (font, corpo caratteri…), supporta svariati formati e permette di leggere ebook gratis (scaricabili dalle biblioteche online ma la maggior parte è in inglese però).
  • Universal book reader Interfaccia pratica e gradevole, supporta anche gli ebook protetti da DRM.

► Comperare E adesso che ho lo “strumento” per leggere, dove li acquisto gli ebook? Negli store: Amazon, BookRepublic, Feltrinelli, iBook Store, Ibs, ilmiolibro, MondadoriStore, StreetLib, TimeReading… come? Scegliete la piattaforma, cercate il libro che vi interessa e acquistatelo (con carta di credito o Paypal ma in alcuni casi sussiste l’acquisto differito con bonifico bancario). A questi punti i casi sono diversi: ve lo trovate direttamente su vostro reader o nella app (per esempio Kindle o iBook ma anche con Tolino,  Kobo o LeggoIbs), lo Ebook in libreriascaricate nel Cloud (Ibs, Amazon), lo scaricate direttamente sul vostro computer. Essendo un file, infatti, potete poi utilizzarlo nel device che preferite (come detto, la compatibilità dipende dal formato ePub o mobi).

Forse non lo sapete, ma gli ebook si trovano anche in libreria (trovate un pezzo che parla proprio di questo qui): card, segnalibri, cover da acquistare che contengono un codice che potrete poi scaricare comodamente sul device che preferite.

► Regalare È possibile acquistare e donare un ebook? Certo! Oltre alle card che trovate in libreria, alle giftcard (per chi ha Kobo basta comperare da Mondadori una “carta regalo”), ai buoni (su Kindle store), alla HappyCard di Ibs, potete regalare direttamente il file: su BookRepublic e StreetLib è semplicismo, per esempio, basta la mail del destinatario e il gioco è fatto.

Insomma, come spesso accade, fare è più semplice che spiegare! Prossimamente parleremo di libri ed ebook aumentati e altre curiose novità, nel frattempo voi cimentatevi e fatemi sapere com’è andata.

9 Risposta

  1. Una guida essenziale impeccabile! 😉
    Se qualcuno continuasse a non capire questi misteriosi “strumenti del demonio” anche dopo aver letto questo articolo, vorrebbe dire che è distratto o peggio…

    • Ah, gli strumenti del demonio! In effetti scarichi il file e senti odore di zolfo 😉
      Io istigo a sperimentare. Essere curiosi è una faccenda molto molto divertente.

  2. Da Flinstoniana con un occhio al futuro, e non potrei fare altrimenti, posso dire che scaricare l’applicazione Kindle sul pc è facilissimo ed è quindi un buon punto di partenza per fare amicizia col digitale, magari le lettura non è il top, ma si rompe il ghiaccio. Comunque c’è tantissima ignoranza in giro anche da parte di chi ha un reader e poi boh si perde negli acquisti.

  3. Maurizio

    Pellico, De amicis, Serao, Fogazzaro, Boito, Pirandello, Mazzini, Goldoni, Foscolo, Nievo, Serao. Allenatore: Alighieri.

    E’ questa la squadra degli ebook gratuiti (almeno su Kindle)
    La verità è che gli ebook costano una follia, volutamente una follia, e questo è uno dei motivi che hanno portato il libro cartaceo a prevalere nelle vendite su quello digitale per la prima volta quest’anno dopo anni.
    La Sony ha smesso perfino di produrre l’Ebook reader.
    Insomma, per motivi che Chiara conosce molto meglio di me, il futuro è il libro di carta, quello a cui puoi fare le orecchiette. Quello vecchio.
    Peccato, perché Dante come mister non era male.

    • Be’ mica male come squadra! Su Amazon ce ne sono davvero molti e non sono solo classici.
      Comunque, grazie al cielo, parecchi editori stanno attribuendo all’elettronico prezzi sensati. E credo che l’ebook potrebbe diventare il formato ideale soprattutto per alcuni tipi di testo (libri aumentati, saggi, approfondimenti giornalistici…) che potranno sfruttare al meglio tale tecnologia. Senza contare tutti quei testi troppo brevi (approfondimenti giornalistici, racconti…) e quindi poco adatti per una edizione cartacea.

      • Se non si hanno problemi con l’inglese – o con altre lingue – il sito di Project Gutenberg ha una vagonata di libri di pubblico dominio a disposizione, in diversi formati (cioè, non solo pdf, che su ebook reader non rende benissimo)

        http://www.gutenberg.org

        In italiano, c’è il sito Liber Liber

        http://www.liberliber.it

        che rispetto a Gutenberg ha meno roba, ma in italiano (e in crescita). Ho visto che per i loro libri tendono a segnalare anche delle versioni a pagamento (Amazon e ITunes) prima della loro versione gratuita.

  4. L’ha ribloggato su ilperdilibrie ha commentato:
    Articolo frescamente tecnico, tecnescamente interessante.
    Aggiungo pure che ci ritornerò sopra, ‘sti formati. Quelli più free sono anche migliori come futuro, non diventando obsoleti troppo in fretta, perché la carta si legge anche tra 100 anni, l’e-book, chissà!
    Buona lettura.

  5. […] e lo scarso utilizzo derivano anche da una mancanza di conoscenza. Molti utenti non sanno come si fruisce un ebook né dove si compra. Molti pensano sia oneroso e che per farlo serva per forza un ereader. […]

  6. […] Vai all’articolo […]

Lascia un commento