Vuoi campare a lungo? Leggi di più!

Buone notizie per chi ama leggere (non solo libri): chi lo fa – indipendentemente da sesso, razza, salute, benessere… – si allunga la vita.

Se sei a caccia dell’elisir di lunga vita, prova a entrare in libreria ma anche una biblioteca o una edicola vanno bene! Secondo i risultati di uno studio pubblicato sul “Social Science & Medicine” chi legge vivrebbe fino a due anni di più di chi non lo fa, indipendentemente da sesso, benessere, cultura, stato di salute.

Lo studio ha analizzato un campione di 3.635 individui sopra i 50 anni. Le persone sono state divise in tre gruppi in base alle abitudini di lettura: quelle che non leggono libri, quelle che leggono circa 3,5 ore a settimana e quelle che leggono più di 3,5 ore a settimana.

Si è evidenziato che i lettori tendono a essere soprattutto donne, persone che hanno studiato all’università e soggetti con alto reddito. Sono stati presi in esame anche altri fattori come età, razza, stato di salute dichiarato, depressione, tipo di impiego e stato di famiglia.

È emerso che chi legge per tre ore e mezza a settimana ha il 17% di possibilità in meno di morire nei successivi dodici anni e il 23% in meno ce l’ha chi legge per più di tre ore e mezza. Sono stati riscontrati risultati simili, anche se meno significativi, nelle persone che leggono giornali e periodici.

«Chi dichiara di leggere circa mezz’ora al giorno ha notevoli probabilità di vivere più a lungo di chi non lo fa» ha dichiarato la dottoressa Becca R. Levy, docente di Epidemiologia a Yale. «E questo vantaggio permane anche al variare del grado di benessere, dell’educazione e delle abilità cognitive dei soggetti analizzati».

Nell’80% dei casi (cioè in presenza di altre variabili favorevoli) i lettori guadagnerebbero circa 23 mesi di vita. In generale, chi legge riduce i rischi di decesso del 20%.

Perciò, se amate leggere, sappiate che più lo fate più avrete tempo per farlo!

► PER APPROFONDIRE

0 Risposta

  1. […] Chiara Beretta Mazzotta e BookBlister per diffondere queste belle […]

Lascia un commento