BlisterNews 4 gennaio

#BlisterNews le notizie in breve dal mondo dell’editoria ► È battaglia per il copyright del Diario di Anne Frank ► Vive per strada (ancora per poco, spera) ed è l’autore di un bestseller in Francia ► Una black list delle sceneggiature più belle mai prodotte? C’è ► Leggere e viaggiare: ecco alcuni hotel-libreria…

Clicca Spreaker e ascolta il notiziario di oggi.

Spreaker BlisterNews

Oppure guarda il video su Periscope

Periscope Logo

► NEWS
Svizzera. Sono trascorsi 70 anni dalla morte di Anne Frank, indimenticata autrice del Diario. Per la legge europea sul copyright sarebbero quindi scaduti i diritti sul testo (in America la legislazione prevede che trascorrano 95 anni dalla prima pubblicazione dell’opera), diritti gestiti dalla Fondazione Anne Frank di Basilea. Il che vorrebbe dire che l’opera è di dominio pubblico, cioè commercializzabile da chiunque. L’uso del condizionale è d’obbligo perché la Fondazione ha stabilito che il padre dell’autrice, Otto, non sarebbe il semplice curatore del Dario ma un coautore prorogando così i diritti fino al 2051 (Otto morì nel 1980). In rete, però, circola già in versione digitale: una resa disponibile da Oliver Ertzsheid, un docente universitario, l’altra dalla parlamentare Isabelle Attard. In Italia il primo a pubblicarlo sarà Newton Compton.

Parigi. Si intitola Je tape la manche: Une vie dans la rue (La mia vita come accattone: una vita per le strade) e in Francia è uno dei bestseller del momento – ha venduto circa 50mila copie – e racconta di un clochard e dei suoi 27 anni vissuti per strada. A scriverlo Jean-Marie Roughol, 47 anni, homeless che ha terminato il testo anche grazie all’aiuto di Jean-Louis Debre, ex-ministro dell’Interno francese. Come si sono conosciuti? Un giorno Debre faceva acquisti sugli Champs-Élysées e Roughol si è offerto di guardargli la bicicletta.

Non ci sono solo romanzi nei cassetti ma anche parecchie sceneggiature. Pensate che esiste una “black list” che viene pubblicata e aggiornata ogni anno degli script considerati più validi ma non prodotti. Inventata da Franklin Leonard e Dino Sijamic nel 2005 – che chiesero ai produttori di stilare l’elenco dei soggetti più interessanti che avevano letto durante l’anno – è ovviamente un modo per dare visibilità alle storie più promettenti. In passato sono finite nella lista pellicole come Juno, The Millionaire, Il discorso del Re… il database, consultabile dalle case di produzione, contiene oltre 20mila idee. Sarebbe interessante realizzare una cosa simile anche in editoria.L’Ambassade Hotel, ad Amsterdam

Amate leggere e viaggiare? Allora dovreste proprio scegliere uno di questi hotel: Tokyo, New York, Amsterdam, Thailandia… libri dappertutto a disposizione dei clienti, librerie di giorno che si trasformano in hotel di notte. E buon viaggio! (A destra, l’Ambassade Hotel di Amsterdam.)

► AGENDA
Nasceva oggi, nel 1785 in Germania Jacob Ludwig Carl Grimm, uno dei due fratelli Grimm, che oltre a essere uno degli scrittori di fiabe più note – Biancaneve, Cenerentola, Cappuccetto rosso… – fu un filologo e un linguista ed è uno dei fondatori della germanistica (la disciplina che studia la lingua tedesca e la letteratura tedesca). Nel 1809 nasceva Luis Braille l’ideatore dell’alfabeto Braille, un sistema di simboli a rilievo che permette ai non vedenti di leggere ma anche di scrivere. E nel 1960, in Francia, a Villeblevin, moriva in un incidente d’auto (e con lui anche il suo editore Michel Gallimard che era alla guida) lo scrittore e saggista Albert Camus, vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1950, e considerato uno dei maggiori esponenti dell’esistenzialismo.

► LA PUNTURA
Per la serie: carinerie tra colleghi. Chiamato a giudicare l’ultima fatica dell’americano Jonathan Franzen, il romanzo dal titolo Purity che uscirà per Einaudi a marzo, lo scrittore inglese Tim Parks ci fa sapere che i personaggi sono pressoché identici, pochissime le riflessioni degne di nota e che a conti fatti scimmiotta scrittori come Dickens. Insomma, poteva tranquillamente evitarselo.

► IN LIBRERIA
Quanti libri sono usciti? Oggi dati non univoci ma state tranquilli, in questo mese sono previste oltre 2mila uscite! Il libro più venduto nelle ultime ventiquattro ore? (dati Ibs) Sale in testa il caso editoriale italiano che sta spopolando all’estero: È così che si uccide di Mirko Zilahy (Longanesi) che esce proprio oggi. Al secondo posto Fabio Volo È tutta vita (Mondadori) e al terzo fa capolino Isabel Allende con L’amante giapponese (Feltrinelli).

► PER APPROFONDIRE LE NOTIZIE

5 Risposta

  1. Franzen sciommiottante? Ma per favore! La sua traduttrice, Silvia Pareschi, mi ha personalmente assicurata circa l’uscita a febbraio, nonchè della magnificenza dell’opera. E’ che io sono una grande fan di Franzen, e non resisto più. A me sembra molto triste questa corsa alla pubblicazione di Anna Frank, senza valutare nel dettaglio la cessazione dei diritti. Anzi no, proprio squallida. (Credo ci sia un refuso sulla data di morte di Otto). Baci

    • Già è triste la critica tra colleghi che pare rosicona… E sì tristezza per il Diario e la povera Anne. Sì, avevo invertito le cifre, grazie! Otto è morto nel 1980. Baci!

  2. Barbara

    “…in questo mese sono previste oltre 2mila uscite!”
    Anno nuovo, libri nuovi! 😉

    Qualcuno ha letto “Piccoli esperimenti di felicità”? Che me ne dite? Trovo pareri discordanti…o magnificente, o banale.

  3. gabri

    davvero un peccato quando si vedono tanti avvoltoi ballare sui lavori del passato, affamati di introiti. mi riferisco alla frank. ma così è… le case editrici sono aziende, non onlus.
    per le duemila uscite sono abbastanza sconfortata… si pubblica troppo e cose sempre più basse di qualità. nel 2015 belli i romanzi (a mio parere) ‘cattivi’ di torchio, ‘impronte’ di hasan (capolavoro!), ‘il pensionante’ di simenon (anche se non è un nuovo, questo), ‘incontro a positano’ della sapienza, ‘finché dura la colpa’ di dentello… aspetto nel 2016 ‘l’invenzione dell’inverno’ di gopnik, ‘la forma fragile del silenzio’ di pigola… poi tutto ciò che verrà di buono sarà gradito 🙂

Lascia un commento