Francesco Giuseppe

Per gli Scelti da voi, ecco la recensione di Rosetta Savelli.
Tutti conosciamo la Principessa Sissi (Elisabetta Amalia Eugenia di Wittelsbach, nata Duchessa in Baviera 1837-1898) attraverso i film oppure i cartoni animati e, infine, anche attraverso la leggenda. Diverso è conoscerla non attraverso ma dentro la Storia. È lei, infatti, l’ultima imperatrice di un grande impero e di una grande dinastia, quella degli Asburgo. Rimane una certezza però: la sua bellezza, la cui singolarità ed eccellenza che risuonavano da una corte all’altra dell’Europa.
A raccontarci di lei e del suo illustre marito è Franz Herre, uno storico per studi e vocazione, laureato in Filosofia, e autore di numerose altre biografie di personaggi di potere che hanno lasciato un segno nella Storia. Nella narrazione, al rigore dello storico, Herre unisce la passione dello scrittore, arricchita da un occhio umano e rispettoso verso i personaggi e gli eventi narrati, accompagnando così il lettore lungo un’attenta e analitica rilettura della Storia stessa.
Herre ama le donne e racconta la principessa Sissi con acume e nitidezza, svelando la complessità di questa figura che, con una certa arditezza, si potrebbe arrivare a paragonare a Diana Spencer. Infatti Sissi, la principessa prima e l’imperatrice dopo, era insofferente alle regole e alle imposizioni del potere. Trascorse gran parte della propria vita a viaggiare e a conoscere il mondo, con la complicità del marito, l’Imperatore Francesco Giuseppe, che mai smise di subire l’avvenenza della inquieta consorte. Come quando le acquistò una sontuosa residenza in Grecia, dove lei si trattenne per poco, e a causa della quale venne accusato di sperperare il danaro dell’impero. Ma Sissi è anche una calcolatrice: sarà lei a trovare e a scegliere la giusta amante per il marito, ormai stanca di assolvere ai doveri coniugali.
L’autore racconta con attendibilità le incomprensioni all’interno della coppia – incomprensioni ed esperienze comuni ad altrettante coppie, in diverse epoche – così come è in grado di raccontarci anche la figura di Francesco Giuseppe. L’uomo che nella sua lunga ha potuto vivere sulla propria pelle i momenti salienti di quasi un secolo di Storia, compreso il tramonto del suo stesso Impero. Monarca autoritario di stile feudale, costretto a regnare nell’epoca delle grandi aspirazioni repubblicane e del nazionalismo, del liberalismo e del primo socialismo, Francesco Giuseppe fu anche Imperatore del Sacro Romano Impero ed Herre ci racconta i suoi dubbi circa la fede, rendendocelo ancora più umano e terreno.
Questa è la storia di una famiglia, gli Asburgo, che ha dominato l’Europa per oltre cinquecento anni, è una grande saga familiare.  Ecco un libro illuminante, capace di divertire e di farci sognare attraverso un regno mitico e patriarcale, la cui leggenda riesce a sedurre ancora oggi. E alla fine delle pagine, ci si ritrova con un senso di pienezza per un viaggio che si è contenti di aver compiuto.

Francesco Giuseppe, Franz Herre, traduzione di Argia Michettoni, Bur, p. 538 (10,20 euro)

<

2 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password