BlisterNews 28 dicembre

#BlisterNews le notizie in breve dal mondo dell’editoria ► YouTuber, libri da colorare e Harper Lee trainano il mercato dei cartacei negli Stati Uniti ► In arrivo il nuovo romanzo di Safran Foer ► In Islanda c’è una “inondazione di libri” per Natale! ► L’organizzatore del Premio InediTO risponde ma…

Clicca Spreaker e ascolta il notiziario di oggi.

Spreaker BlisterNews

Oppure segui la diretta su Periscope

Periscope Logo

► NEWS
Stati Uniti. La Nielsen Bookscan ha diffuso i dati sulle vendite dei libri cartacei nel 2015. Sarebbero stati venduti circa 571milioni di copie contro i 559milioni del 2014. Un lieve e costante aumento quindi. Chi traina il mercato? I libri degli YouTuber, i libri da colorare (non per i bambini, eh, ma per gli adulti!) e il successo straordinario di Va’, metti una sentinella il secondo romanzo di Harper Lee, autrice de Il buio oltre la siepe (pubblicato in Italia da Feltrinelli e tradotto da Vincenzo Mantovani).

Düsseldorf. 115 anni di storia, 113 posti di lavoro, 5mila metri quadrati… è la più grande libreria indipendente tedesca, la Buchhaus Stern-Verlag, o meglio, lo sarà fino al 31 marzo 2016, quando chiuderà. Il motivo: le difficoltà economiche dovute alla concorrenza delle grandi catene e del web. E la Stern-Verlag non è la sola: soltanto nel Nord Reno-Westfalia sono ben 88 le librerie che hanno chiuso i battenti tra il 2012 e il 2014.

Islanda. Un Paese dei sogni. Pensate che la tradizione prevede che il 24 di dicembre si regalino libri e si passi la notte a leggere. Ed ecco perché la maggior parte dei titoli viene pubblicata tra settembre e la fine di novembre in previsione delle feste. Esiste persino una parola per indicare il fenomeno: Jolabokaflod, qualcosa che potrebbe essere tradotto con “l’inondazione dei libri per Natale”. A settembre ogni famiglia riceve il Bokatidindi il catalogo delle nuove uscite, per aiutare i lettori a scegliere. Volete qualche numero? Gli islandesi sono circa 329mila e ogni anno vengono pubblicati circa cinque libri ogni mille abitanti. In Italia siamo in 60milioni di abitanti e sono stati pubblicati 61mila libri nel 2014. Circa 983 libri per abitante!

Sono passati dieci anni dal suo ultimo romanzo ma a settembre 2016 uscirà per Farrar, Straus and Giroux Here I Am di Jonathan Safran Foer l’autore di Ogni cosa è illuminata e di Molto forte, incredibilmente vicino. I temi? Famiglie in crisi, figli problematici in un mondo in cui lo Stato di Israele è stato distrutto da un terremoto e invaso. Il titolo? Riprende la risposta di Abramo “eccomi” alla richiesta di Dio di sacrificargli il figlio…

► AGENDA
Nasceva oggi nel 1922 Stan Lee, fumettista (ma anche editore e produttore) inventore dell’Uomo Ragno (1962), i Fantastici Quattro, Hulk e Thor (1962),  Iron Man (1963)… E per tutti i cinefili, oggi è un giorno davvero da ricordare perché  nel 1895 al Grand cafè di boulevard des Capucines a Parigi, i fratelli Lumiere proiettarono la prima pellicola cinematografica della storia. Sempre oggi, nel 1973, viene pubblicato arcipelago gulag un saggio, una inchiesta narrativa in tre volumi scritto da Aleksandr Solženicyn.

► LA PUNTURA
Nei giorni precedenti ci siamo interessati al Premio InediTO al suo bando discutibile e ai premi che consistono in contributi per la pubblicazione. Sempre nei giorni scorsi è arrivata la risposta – si fa per dire – di Valerio Vigliaturo, presidente dall’associazione Il Camaleonte, che organizza il premio: “Con tutto il rispetto, chi siete voi per giudicare?!? Scorgo tanta cattiveria e frustrazione, animate da estrema superficialità. Si punta il dito solo sulle apparenze e non si valuta nel profondo, nella complessità delle cose…” attendiamo che la complessità delle cose ci venga mostrata.

► IN LIBRERIA
Quanti libri sono usciti? Dal 23 a oggi: 2. Il libro più venduto nelle ultime ventiquattro ore? Ritorna in testa Sepulveda con Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà (traduzione di Ilide Carmignani, Guanda).

► PER APPROFONDIRE LE NOTIZIE

4 Risposta

  1. Va’ metti una sentinella sarà il libro che mi traghetterà nel nuovo anno quando, finalmente, riuscirò a mollare tutto (tranne il marito e le buone letture) e partire!
    Da piccola aspettavo i cataloghi che di solito verso l’autunno erano allegati alle riviste settimanali, i soliti RCS e Mondadori, con le strenne. Segnavo con cura quelli che preferivo sperando che Babbo Natale esaudisse, leggendoti ora noto una certa islandesità nel gesto.

  2. “Islanda. Un Paese dei sogni. Pensate che la tradizione prevede che il 24 di dicembre si regalino libri e si passi la notte a leggere.”
    Uhm, mi trasferisco in Scozia e solo per Natale vado in Islanda. Si, il piano è perfetto….

    • Un po’ freddino ma direi ottimo 😀

  3. Ci si scalda con l’autentico whisky scozzese!
    maaaaaaa anche un paio di occhi blu e capelli ramati sopra un kilt aiutano….. 😛

Lascia un commento