Nebbia sul Naviglio e altri racconti gialli e neri

Ci sono autori che vale sempre la pena di leggere. Capaci di parlare al lettore nel tempo, di essere legati alla vita, verosimili e credibili, nonostante il passare degli anni. Scrittori che sanno fare della propria penna uno strumento duttile e sorprendente. Lo dimostra alla perfezione questa raccolta che unisce venti racconti comparsi solo su quotidiani tra il 1936 e 1948  e per la prima volta pubblicati in un volume. Materiale davvero eccellente che trabocca di idee narrative e spazia tra tutte le sfumature del nero e del giallo: poliziesco, hard-bolied, racconto fantastico, distopico, fantascientifico…
Quello che dà il titolo alla raccolta, l’ultimo, è una piccola perla: sul Naviglio è stato trovato il cadavere del notaio Bosia. Chi lo ha ucciso? Tre i sospettati – Elisa, la giovane amante; Stefano, suo fratello o l’ex fidanzato Mussino – che si confrontano, ciascuno con la propria certezza d’innocenza e un mare di dubbi sugli altri due.
Per tutti i lettori che si lasciano stregare dalla stoccata d’autore, da non perdere!

Nebbia sul naviglio e altri racconti gialli e neri
, Giorgio Scerbanenco, a cura di Roberto Pirani, Sellerio, p. 207, (13 euro)

<

3 Commenti

  • Laura Tarenzio Reply

    28 novembre 2011 at 11:32

    Un’altro consiglio, un’altro libro che mi intriga…. ci vorrebbe solo molto più tempo per leggerli tutti :)))))))))))

  • Chiara Beretta Mazzotta Reply

    28 novembre 2011 at 16:09

    Fai come me: io li metto sul comodino. In pratica di fianco al letto si erge, minacciosa, una colonna di “appena finisco questo, ti leggo”!

  • Giorgio Sifulli Reply

    29 novembre 2011 at 12:29

    occhio che la colonna non cada… sai il peso della cultura è imponente…eheh!!!

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password