Libri a Colacione 4 dicembre 2021

 Libri a Colacione 4 dicembre 2021

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: Aldilà di Julia Alvarez e L’arte dell’impossibile di Steven Kotler.

Clicca per il podcast


ALDILÀ
di Julia Alvarez, traduzione di Leonardo Taiuti, Black Coffee, 198 pagine, anche in ebook

ALDILÀ di Julia Alvarez

Antonia sta cercando di stare in bilico, sta tentando di non precipitare dentro al precipizio. Perché per lei il mondo ha smesso di essere ordinato e conosciuto da quando Sam se ne è andato. E lo strazio più grande e non poter più comunicare con lui, anche se non ha mai smesso di parlarci… ma da quando lui se ne sta nell’Aldilà la realtà si è trasformata in una terra incognita.

Ogni notte e ogni giorno, però, in qualche modo trova la forza di trascinarsi lontano dal precipizio. Lo fa per Izzy, Mona e Tilli, le sue tre sorelle; le zie e una manciata di nipotini e nipotine. La sua cerchia insomma. Perché la cosa migliore che puoi fare per gli altri, ne è certa, è prenderti cura di te, così da non diventare un peso.

Sarà per questo che da un anno a questa parte alla domanda come stai risponde sempre “bene”. Non sa dove lo ha letto Antonia ma “bene” e “Cocacola” sono le due parole più comprensibili che esistano al mondo.

E così cerca di andare avanti lei, professoressa ormai in pensione, e si adatta alle novità: guardare dallo spioncino con diffidenza quando bussano alla porta, ormai è sola, trovare qualcuno che faccia tutte le cose che faceva Sem, tipo pulire le grondaie. E sopravvivere alle condoglianze, soprattutto quelle in spagnolo che, chissà perché, la commuovono di più.

Ma ecco che la vita, prepotente, pretende la sua attenzione. Perché Izzy che è sempre sofferente, adesso pare esserlo davvero più del solito. Ha smesso di prendere i farmaci, pare che abbia lasciato il lavoro al centro di salute mentale e che non si sogni di andare da una psicologa. Anzi, Izzy non risponde al telefono. Izzy è proprio sparita.

Il bisogno non ha stagione, diceva Sam, e non bada neppure al lutto. Altroché! E infatti il bisogno si presenta alla sua porta di casa di Antonia e ha l’aspetto di una ragazzina incinta e senza documenti.

Antonia la amerete subito, pazzamente. Perché pensa bene e agisce meglio ed è così onesta e viva e vera che sarà come conoscerla. Anche Sem, perché se ami qualcuno lui resta. Per sempre.

L’ARTE DELL’IMPOSSIBILE
di Steven Kotler, traduzione di Arianna Bevilacqua, Roi Edizioni, pagine 334, anche in ebook

Tutti abbiamo un desiderio. Anzi, ben più d’uno! E, di solito, quando raggiungiamo qualcosa ecco che il nostro obiettivo si sposta verso altro… ma c’è una bella differenza tra ciò che vorremmo e i sogni, quelli spesso finiscono nel calderone di ciò che ci pare impossibile da ottenere.

Ci sono però anche cose impossibili con la i minuscola. Si tratta di quelle conquiste che riteniamo difficili solo per noi, quelle piccole grande imprese che non immagineremmo mai di poter compiere. Perché conosciamo i nostri limiti, perché siamo vittima delle nostre paure. Diventare uno scrittore, non fare un lavoro qualsiasi ma fare ciò che si ama, correre una maratona…

Alle volte succede una specie di magia. Accade che a furia di mettercela tutta e di impegnarsi per raggiungere questi impossibili con le i minuscole, si incappi anche in quelli con la I maiuscola! Questo è il motivo per cui tantissime imprese ritenute impossibili oggi sono pienamente realizzabili.

L’autore di questo libro, tra le mille altre cose, è un giornalista e si è spesso occupato di sport estremi – un lavoro estremo direi, visto che per seguire gli atleti nelle loro imprese si è rotto più o meno una volta tutte le ossa, qualcuna anche due volte! – ed era certo che esistesse una formula capace di spiegare azioni e performance impossibili che parevano saltare fuori, appunto, quasi per magia.

Per tentare di sopravvivere – ché inseguire atleti a caccia dell’impossibile è rischioso – Steven Kotler si è quindi orientato verso altri ambiti: scienza, cultura, tecnologia… domandandosi: che cosa occorre perché individui, aziende e persino istituzioni siano in grado di elevare i propri standard? Succede, certo, ma come mai?

In questo libro troverete alcuni degli ingredienti preziosi per alzare l’asticella dei propri standard. Scoprirete cosa vuol dire mantenersi motivati, come affrontare il processo di apprendimento, come funziona la creatività e che cosa sia il concetto di flow.

No, non sono tra quelli che credono che basti volere qualcosa per ottenerla. E no, non tutti posso raggiungere il risultato che vogliono. Ma osservare chi si spinge oltre il limite delle sue possibilità è affascinante e anche gratificante. E ci regala quel pizzico di entusiasmo che può aiutarci a fare meglio. Migliorarsi non per performare come macchine ma come esseri umani che fanno bene ciò che amano.

I Libri a Colacione vanno in onda il sabato mattina dopo le 8.30 su Radio 105. Se volate leggere/ascoltare la puntata la trovate qui sul blog e potete recuperare, sempre, il podcast su Spotify, iTunes, Spreaker e Alexa. Alla prossima settimana e buoni libri a tutti!
Digiqole Ad

Related post