Tutti in biblioteca! E non solo per i libri…

E tu ce l’hai la tessera della biblioteca? Per leggere, lavorare, rilassarti ma anche frequentare corsi e incontrare persone.

Una delle più antiche sarebbe quella del palazzo Reale di Assurbanipal, nella città di Ninive in Mesopotamia (l’attuale Iraq); la più famosa nasceva ad Alessandria d’Egitto nel III secolo a.C. Quella più longeva? Si chiama Livraria Bertrand, sorge nel quartiere Chiado di Lisbona e fu fondata nel 1732 dai francesi Bertrand, cioè ben 284 anni fa!

La biblioteca (dal greco “biblion” cioè libro e “theke” scrigno, ripostiglio) è un luogo che gli italiani stanno scoprendo, anche durante l’estate e non solo per prendere a prestito libri: per lavorare, rilassarsi, studiare, leggere riviste ma anche per frequentare corsi di yoga e assistere alla proiezione di un film o, semplicemente, per incontrare qualcuno nella città che si svuota durante le vacanze.

A Milano nel periodo estivo sono rimaste aperte ben 19 sedi su 23 e il trend è molto positivo: sono 95mila gli iscritti (80mila nelle biblioteche rionali e 14mila alla Sormani), di cui 15mila sono ragazzi tra i 5 e 16 anni. I libri che si prendono a prestito non sono solo di carta: in Sormani, a luglio, alle 4.300 copie fisiche se ne aggiungono infatti ben 500 digitali e i 40 ereader disponibili al momento risultano tutti occupati.

Anche a Modena i cittadini per lo svago e per leggere stanno scegliendo le biblioteche: sarebbero oltre 3.500 gli utenti attivi nelle prime due settimane d’agosto (in media 300 al giorno) e quasi 12mila i prestiti complessivi (circa mille al giorno).

Talvolta, però, non sono i lettori ad andare in biblioteca ma la biblioteca a raggiungere loro. Succederà presto a Torino, con il progetto “Torino Bibliobus”: un pulmino si trasformerà in una biblioteca multimediale su ruote e presterà servizio nelle zone scoperte. Succede da anni in Indonesia, grazie a Ridwan Sururi e Luna, il suo cavallo. L’uomo, infatti, macina chilometri e chilometri per portare libri ai grandi e ai bambini della sua isola. Lo scopo? Combattere l’analfabetismo.

Perciò a settembre regalatevi la tessera della biblioteca più vicina. Sarà una occasione per scoprire storie, iniziative di quartiere e incontrare persone.

Nessun commento ancora

Lascia un commento