Italico ingegno

Ci sarà la crisi, i portafogli saranno anche vuoti ma, sul territorio italiano, l’acume non fa difetto. O forse è per la crisi e i portafogli vuoti che il sapiens sapiens verde bianco e rosso dà fondo alla sua creatività… e quale posto migliore – dopo la pubblicità e prima della politica (ma lì i posti son tutti occupati e il turnover ha dei tempi da glaciazione) – dell’editoria per esprimere il proprio estro?
Non aggiungo altro, mi limito a segnalarvi questo link: è di una sedicente agenzia che per il proprio sito sceglie il nome di “Valuta il tuo romanzo in 48 ore”  e come indirizzo mail propone info-@-pubblica-gratis-guadagna-facile.it.
E non ci sarebbe bisogno di aggiungere altro.
Buona lettura e, mi raccomando, quando non sapete che pesci pigliare, quando sentite che il vostro talento rischia di non venire apprezzato, leggeteci sopra un buon libro, aiuta a pensare meglio e a sbagliare meno.
(Il link dopo qualche mese è svanito come per magia; proponeva una esilarante valutazione del testo e la pubblicazione all’estero, il tutto corredato da errori ortografici e altre amenità).

* Grazie a Jessica Malfatto che mi ha segnalato questa chicca.

<

5 Commenti

  • leparoleverranno Reply

    19 ottobre 2012 at 17:10

    Non ce l’ho fatta a leggere tutto… da mal di testa! Concordo, gli italiani hanno una bella inventiva.

  • Ilaria Pedra (ora Sandra) Reply

    19 ottobre 2012 at 18:19

    anch’io male alla capoccia, stavo giusto per uscire per andare dal fisioterapista per la cervicale quindi mi farà passare tutto il dolor che dolor. Senti, ma solo a giudicare dalla grafica orribile (tutto sto maiuscolo gridato!) si può ben capire che servizio ofriranno. Scommetti che i 6 giorni saranno sempre 6 anche domani, e tra un mese? Sai un altro problema è che troppa gente scrive inconsapevole del proprio non talento e si offre in pasto a cose di questo tipo ahinoi. baci buon sabato e ancor miglior domenica!!!

  • Daniela Reply

    21 ottobre 2012 at 21:15

    help me!

  • Tale's Teller Reply

    23 ottobre 2012 at 11:45

    In tutto questo c’è una cosa tristemente vera: la nostra esterofilia è vergognosa.

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password