Sara Rattaro: la fortuna aiuta i pazienti

La storia di un esordio. Ce la racconta Sara Rattaro.

Intitolerei così la storia che riguarda il mio esordio, perché la pazienza è stata la compagna inseparabile di quei lunghi sei anni che hanno separato la mia decisione di voler provare a fare questo mestiere dalla prima risposta positiva.
Correva l’anno 2004 quando ho portato a termine il mio primo romanzo Sulla sedia sbagliata e il 2010 quando Mauro Morellini lo pubblicò dandomi fiducia e investendo sulla mia voce narrativa. Ricordo quel giorno come se fosse ieri. “Cara Sara, vorrei che tu la smettessi di cercare un editore perché, se vuoi, l’hai trovato!”
Fui avvolta dalla gioia in persona e ci misi settimane a capacitarmi che fosse vero e che ci ero riuscita. Potevo pubblicare il mio libro grazie a un piccolo editore onesto e senza dover sborsare un centesimo. Era reale e tanto dignitoso.

Ma in quei sei anni non sono certo stata a casa immobile, aspettando che accadesse qualcosa di bello. No, no. La mia tecnica era la seguente. Stampavo diverse copie del manoscritto, cercavo gli indirizzi delle case editrici i cui nomi trovavo nella mia folta libreria e le spedivo insieme a tutta la mia speranza. Nessuna risposta. Per sei lunghi anni non ho ricevuto nessun cenno. Probabilmente molti dei miei invii sono arrivati nelle sedi legali degli editori e non in quelle operative, altri si saranno ammucchiati in polverose pile in attesa di lettura, alcuni cestinati prima di essere letti, altri dopo.
Comunque sia andata, in realtà, non lo saprò mai, ma mi piace pensare che un giorno qualcuno trovi una di quelle buste e mettendosi le mani nei capelli strilli: “No, ci siamo persi l’esordio della Rattaro! Che occasione sarebbe stata!”
In attesa che questo accada, io continuo il mio percorso in salita ma ricco di grandi soddisfazioni.

<

0 Commenti

  • nunziatullio Reply

    11 Marzo 2014 at 12:54

    E sono certa che così sarà!
    Queste sono le grandi emozioni per le quali vale la pena non arrendersi mai!
    Tanta costanza e forza!
    Spero che qualche “angelo” incontri anche il mio cammino di artista, ma io ci credo!
    Buona fortuna per tutto!!!

  • sandra Reply

    11 Marzo 2014 at 13:17

    Mauro Morellini è un Signore! Rispose a un mio invio, dicendomi che spesso non si trova l’editore perchè si inviano i manoscritti a pioggia senza curarsi della linea editoriale e iniziammo a conversare via mail, probabilmente lo sfinii e si pentì di avermi
    scritto la prima mail. Da lì in poi Sara Rattaro è proprio volata via eh. Sempre più in alto.

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password