Till Death Do Us Part – Finché morte non ci separi

Il Pulitzer 2015 è stato assegnato a un piccolo quotidiano della Carolina del Sud, Post and Courier, che si è occupato di violenza sulle donne e ha realizzato una serie di articoli e video interviste.

Tra le 14 categorie in cui è articolato il premio – che quest’anno è arrivato alla 99 edizione – quella più rinomata riguarda le pubblica utilità. Il Pulitzer stavolta è andato a una serie, Till Death Do Us Part (Finché morte non ci separi), prodotta dal Post and Courier, un quotidiano della Carolina del Sud, che ha deciso di realizzarla per affrontare il tema degli abusi domestici. Una piaga che funesta questo Stato – negli ultimi dieci anni sono oltre 300 i casi di strangolamento, accoltellamento e omicidio ai danni di donne, vittime di familiari, mariti, compagni con una media di un decesso ogni 10 giorni – e un argomento ostico da trattare e argomentare.

È prima di tutto facile commettere delle leggerezze – “uccisa per gelosia, per amore…” espressioni fuorvianti e pericolose, perché implicano una sorta di giustificazione dell’atto commesso – e allo stesso tempo le parole paiono inappropriate, imprecise, a cominciare da “femminicidio” un neologismo che richiede quasi sempre una serie di precisazioni.

Post and Courier – 80 dipendenti, 85mila le copie vendute ogni giorno – ha cercato di realizzare due obietti: mostrare l’inadeguatezza della polizia e delle forze giudiziarie nell’affrontare questa emergenza sociale e tentare di spigarne le cause, proponendo anche delle soluzioni. E ha scelto di comunicare il dramma delle vittime senza interferenze, facendolo raccontare dalle donne sopravvissute, da quelle segnate dalla violenza, dai figli che dovranno convivere con il ricordo della tragedia che ha colpito la propria famiglia. E le parole si fanno subito precise, appropriate, e ancor più dolorose.

<

3 Commenti

  • Serena Reply

    24 aprile 2015 at 17:22

    L’ha ribloggato su C'era una volta una storia.

  • Marco Amato Reply

    24 aprile 2015 at 17:59

    Ci sono uomini che accolgono questo tipo di notizie con naturale indifferenza o con puntuali giustificazioni. Da uomo a volte mi vergogno d’essere uomo.

    • Chiara Beretta Mazzotta Reply

      24 aprile 2015 at 19:18

      La violenza riguarda tutti. Anche da donna, alle volte, mi vergogno di essere donna.

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password