SummerBook 4 luglio 2015

Per chi è in viaggio ma pure per chi è in città tornano i consigli da leggere in versione estiva di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: La ragazza del treno di Paula Hawkins, Patatrac. Il sesso dopo i figli, Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood e Birra e cazzotti di Brendan O’Carroll.

► IN VIAGGIO – Storie nel bagaglio a mano La ragazza del treno, Paula Hawkins
La ragazza del treno, Paula Hawkins, traduzione di Barbara Porteri, Piemme, p. 168 (12 euro) ebook (9,99 euro)
Ogni mattina le tocca un piccolo viaggio: dalla periferia a Londra. Ogni mattina, tra i pendolari che sbuffano per sfogare la propria irritazione. Ogni mattina scandita da ritardi e altre noie perché su una linea decrepita i 54 minuti del viaggio si dilatano sempre. Rachel sembra una come tante, forse solo più anonima. Riservata, solitaria. Un’impiegata quarantenne single.

In realtà un uomo c’era, il suo ex marito, Tom che ormai, però, sta con Anna. E poi c’è l’altro amore: il Gin. E anche se l’alcol anestetizza e annebbia Rachel ama osservare. Per questo se ne sta seduta accanto al finestrino: per spiare il mondo là fuori. E poi ci sono Jess e Jason, che in realtà non si chiamano così ma lei ha deciso di battezzarli in questo modo perché le sembra quasi di conoscerli. Li vede ogni mattina, sulla loro terrazza, fare colazione. Finché un giorno vede qualcosa di diverso perché la sua Jess non si comporta come vorrebbe. Solo che Jess (in realtà si chiama Megan) scompare…

Sono tre le voci che vi accompagneranno in questa storia – un thriller che in realtà è un romanzo psicologico – tutt’altro che simpatiche o accattivanti (una sfida narrativa non da poco). La sfida di leggerlo in viaggio? Sta nel riuscire a non perdere coincidenze, voli, treni e altri mezzi di trasporto…

Patatrac. Il sesso dopo i figli, LuiLei► AL CALDO – Letture sotto l’ombrellone
Patatrac. Il sesso dopo i figli, LuiLei, FilmDaedalus, ebook (2,99 euro)
LuiLei in realtà sono Alessandro Colizzi e Silvia Cossu, marito e moglie ma soprattutto regista e sceneggiatori di Crushed lives, il film tratto da questo libro da pochissimo uscito nelle sale.

Prima di andare al cinema, vi consiglio di leggerlo, magari mentre ve ne state spaparanzati sul lettino, circondati da coppie che bisticciano, bambini urlanti e altre amenità. Il tema è caldo, anzi, caldissimo: che ne è della vita sessuale della coppia quando arriva un bambino? Insomma figli, coppie e crisi di coppie, ché quando appunto arriva la creatura per lui e per lei è una piccola rivoluzione. La diade si deve rompere, riorganizzare e trasformarsi in una triade (o in un quartetto se avete fatto le cose in grande). L’obiettivo? Un nuovo e sano equilibrio, ovvio.

I due autori sono sposati da 25 anni, quindi qualcosa l’avranno pure imparata! Inutile dire che si ride moltissimo, sì, anche se ci si riconosce nelle coppie messe peggio. Ma c’è speranza!

► IN QUOTA – Al fresco si riflette meglioIl racconto dell’ancella, Margaret Atwood
Il racconto dell’ancella, Margaret Atwood, traduzione di Camillo Pennati, Ponte alle Grazie, p. 328 (14,50 euro)
Scopriamo questa storia attraverso dei nastri, delle registrazioni. Ci porta nel 2195, la Terra è devastata da guerra e inquinamento e, a causa delle radiazioni, incapace di procreare: la crescita della popolazione è infatti prossima allo zero. Le rivolte sono all’ordine del giorno e gli Stati vengono messi nella condizione di poterle sedare con le modalità che ritengono più opportune, senza che le altre Nazioni possano intromettersi.

In Nord America, a seguito di un Golpe, viene istaurato un regime totalitario, la Repubblica di Galaad. Chi si ribella? Viene ucciso o esiliato nelle colonie a smaltire rifiuti tossici. Qui vige una sola religione e al potere ci sono i Comandanti. Le donne sono private di ogni diritto e suddivise in quattro caste: ci sono le mogli ricche, ormai vecchie e sterili; le mogli povere che sopravvivono in disgrazia; le serve e poi ci sono le ancelle: ridotte in schiavitù e utilizzate al solo scopo di procreare.

La storia ci viene raccontata proprio da una ancella, Difred, così chiamata perché è al servizio di un Comandante di nome Fred: il suo compito? Dare un figlio alla moglie di Birra e cazzotti di Brendan O’Carrollquest’uomo. Ma in questa non-esistenza, dove anche pensare e ricordare è un lusso doloroso, la vita si insinua e Difred riesce a innamorarsi. Il problema, ovvio, è sopravvivere.

► A CASA (Non puoi partire? Un libro last minute per viaggiare con la fantasia)
Vi spedisco in Irlanda e per la precisione a Dublino con Birra e cazzotti di Brendan O’Carroll (traduzione di Gaja Cenciarelli, Neri Pozza).

<

4 Commenti

  • Aldo Reply

    6 Luglio 2015 at 13:10

    Sabato 4 era il mio compleanno e Betty Bambola Gonfiabile non mi ha fatto gli auguri. Me li aspettavo: ciao Haaaldo. Mi sarebbe servita come cura preventiva per la prostata. Posso avere una sua foto come regalo? Anche vestita va bene. Invece, “la ragazza del treno” non solo lo vorrei, ma ce l’ho già e sono lì lì per iniziarlo. Buon luglio.

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password