L’arte dell’impossibile – Steven Kotler

 L’arte dell’impossibile – Steven Kotler

Tutti abbiamo un desiderio. Anzi, ben più d’uno! E, di solito, quando raggiungiamo qualcosa ecco che il nostro obiettivo si sposta verso altro… ma c’è una bella differenza tra ciò che vorremmo e i sogni, quelli spesso finiscono nel calderone di ciò che ci pare impossibile da ottenere.

Ci sono però anche cose impossibili con la i minuscola. Si tratta di quelle conquiste che riteniamo difficili solo per noi, quelle piccole grande imprese che non immagineremmo mai di poter compiere. Perché conosciamo i nostri limiti, perché siamo vittima delle nostre paure. Diventare uno scrittore, non fare un lavoro qualsiasi ma fare ciò che si ama, correre una maratona…

Alle volte succede una specie di magia. Accade che a furia di mettercela tutta e di impegnarsi per raggiungere questi impossibili con le minuscole, si incappi anche in quelli con la I maiuscola! Questo è il motivo per cui tantissime imprese ritenute impossibili oggi sono pienamente realizzabili.

L’autore di questo libro, tra le mille altre cose, è un giornalista e si è spesso occupato di sport estremi – un lavoro estremo direi, visto che per seguire gli atleti nelle loro imprese si è rotto più o meno una volta tutte le ossa, qualcuna anche due volte! – ed era certo che esistesse una formula capace di spiegare azioni e performance impossibili che parevano saltare fuori, appunto, quasi per magia.

Per tentare di sopravvivere – ché inseguire atleti a caccia dell’impossibile è rischioso – Steven Kotler si è quindi orientato verso altri ambiti: scienza, cultura, tecnologia… domandandosi: che cosa occorre perché individui, aziende e persino istituzioni siano in grado di elevare i propri standard? Succede, certo, ma come mai?

In questo libro troverete alcuni degli ingredienti preziosi per alzare l’asticella dei propri standard. Scoprirete cosa vuol dire mantenersi motivati, come affrontare il processo di apprendimento, come funziona la creatività e che cosa sia il concetto di flow.

No, non sono tra quelli che credono che basti volere qualcosa per ottenerla. E no, non tutti posso raggiungere il risultato che vogliono. Ma osservare chi si spinge oltre il limite delle sue possibilità è affascinante e anche gratificante. E ci regala quel pizzico di entusiasmo che può aiutarci a fare meglio. Migliorarsi non per performare come macchine ma come esseri umani che fanno bene ciò che amano.

L’ARTE DELL’IMPOSSIBILE
di Steven Kotler, traduzione di Arianna Bevilacqua, Roi Edizioni, pagine 334, anche in ebook

Digiqole Ad

Related post