Libri a Colacione 30 aprile 2022

 Libri a Colacione 30 aprile 2022

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: Così in terra di Patrick Fogli e Lo faccio per me di Stefania Andreoli.

Clicca per il podcast


COSÌ IN TERRA
di Patrick Fogli, Mondadori, 396 pagine, anche in ebook

Così in terra

In principio c’è una donna e c’è un bambino. Camminano con le loro scarpe da ginnastica. Un po’ arrancano, un po’ vorrebbero fermarsi, ma c’è una meta e il bambino ne è sicuro, ormai è vicina. Lo sente. Sono una madre e un figlio, non si guardano, non si parlano. Solo procedono. Finché eccolo, l’edificio.

Entrano, vengono accolti da delle suore, è normale, è un convento. Il bambino può finalmente mangiare qualcosa. La madre è stanca, dice che non vuole disturbare, si scusa… ma ha solo bisogno di riposare. Non ha un lavoro, non ha un soldo. Soprattutto non ha più la forza, dice.

Ma in questa notte accade qualcosa, qualcosa che il piccolo Daniel cercherà di ricordare per sempre e per sempre lo segnerà. E lui lo sa “La memoria è il migliore illusionista del mondo” e questo vuoto traccerà il suo destino.

Adesso è passato parecchio tempo da quel momento, Daniel non ha più cinque anni. Daniel è grande, e lo sconoscono tutti. Anche se spesso scappa e cerca di nascondersi da Louis, il suo manager, lui è speciale. E quando lo ritroviamo è su una nave, una di quelle che presta soccorso a chi cerca una vita migliore attraversando il mare e spesso la vita la perde.

Ma Daniel questa volta la morte non l’accetta e fa ciò che sa fare, senza sapere come fa a farlo, ma ecco che quella donna che stava morendo di infarto si salva. È speciale Daniel, l’ho detto, con il pensiero può fare cose indicibili. Cose anche spaventose. Ottenere ciò che vuole, realizzare desideri. Compiere “miracoli”.

E come si fa a vivere con un segreto così? Si diventa un illusionista, il più famoso che c’è. Quello che, in realtà, i trucchi non li usa proprio… ma l’unico grande desiderio di Daniel è capire perché e chi è.

Patrick Fogli costruisce un mondo incredibile, parola dopo parola, dove ogni piccola cosa deve essere scoperta e svelata. Ma ci racconta la storia più antica e meravigliosa del mondo: un bambino che diventa uomo, che trova il coraggio per farlo.

LO FACCIO PER ME
di Stefania Andreoli, Rizzoli, 256 pagine, anche in ebook

Lo faccio per me

Tra i tanti miti con cui una donna deve combattere – è fatta per essere accudente, per diventare madre, per voler automaticamente bene ai propri figli – c’è quello per cui la maternità dovrebbe essere un piccolo martirio amoroso. Così è la vita, siamo nate per soffrire!

Un donarsi totalizzante (ed estenuante) per la propria creatura, pena l’essere incapace, inaffidabile. Non essere insomma una buona madre! Ma chi sarà mai, una buona madre? Esisterà forse uno stampino, una forma che si incastra in tutte le famiglie, in ogni tempo e luogo? E ci saranno sempre gli stessi bambini (minuscoli, bambini piccoli, bambini…)?

Farebbe un po’ impressione un mondo così, con questi cloni che chiedono le stesse cose nel medesimo modo… certo, forse se fosse così esisterebbero davvero le istruzioni per l’suo dei piccoli e sarebbe più facile interpretare le loro richieste. Ma le persone piccole, per chi ha avuto la fortuna di osservarle (senza aver dormito solo due ore, dover sistemare casa e magari incastraci una doccia) sono delle creature incredibili!

Diverse, diversissime! Persone, appunto. E così serve che qualcuno lo dica a voce alta che no, le madri non devono sacrificarsi – impegnarsi, esserci, per carità! Non stiamo dicendo che non si debbano occupare dei propri figli – ma il sacrificio è come un rapimento a scopo di estorsione: c’è di mezzo un riscatto. Vale a dire che poi a questi figli toccherà dare indietro quello che hanno preso. Cioè è come nascere con un debito che cresce a ogni sottomissione materna.

Stefania Andreoli con la limpidezza di chi sa parlare dritto al cuore e un invidiabile senso pratico ci ricorda che essere egoisti significa pensare a sé, al proprio equilibrio e ai propri desideri per poter fare altrettanto con gli altri. Figli compresi. E che essere madri ha più a che fare con l’avere un piano, tenere conto della propria realtà e agire di conseguenza che con una laurea in perfettologia.

Un libro liberatorio per tutte le mamme (e le nonne e i papà e le zie eccetera), che avrà effetti preziosi per questi figli che hanno tanto bisogno di non crescere con un cuore appesantito dai debiti.

I Libri a Colacione vanno in onda il sabato mattina dopo le 8.30 su Radio 105. Se volate leggere/ascoltare la puntata la trovate qui sul blog e potete recuperare, sempre, il podcast su Spotify, iTunes, Spreaker e Alexa. Alla prossima settimana e buoni libri a tutti!
Digiqole Ad

Related post