Libri a Colazione 29 ottobre 2022

 Libri a Colazione 29 ottobre 2022

Scopri i Libri a Colazione della settimana: Mi ricorderò di te di Mary South e Paura di Daniel T. Blumstein.

Ascolta il podcast!  Libri a colazione lunga

MI RICORDERÒ DI TE
di Mary South, traduzione di Stefano Pirone, Pidgin Edizioni, 276 pagine, anche in ebook

Mi ricorderò di te

E ti domanderai, potrei scommetterci, che cosa sia un Keith e cosa accada al suo corpo, ai suoi organi. Oppure quanti rischi ci possano essere in una craniotomia? O, ancora, perché mai una vittima debba proprio finire a essere la stalker del proprio carnefice? O una giovane hostess sollazzarsi ascoltando le telefonate erotiche di un vecchio impotente?

Non ho alcuna intenzione di rivelarti altro dei dieci racconti che troverai in questa raccolta ma vorrei tanto essere lì, davanti a te, mentre li leggerai. Vorrei fissare il tuo corpo, i muscoli del tuo viso, non perdermi le microespressioni, né un sopracciglio che si alza. Perché è un libro che ti fa fare fatica, mentre gli occhi scorrono avidi sulle parole.

Manipolazione dei corpi, sesso, stravaganze, gelosie, madri brutali fino all’inverosimile, manie, dipendenze, lutti… quante perdite ci tocca sopportare nella vita, e Mary South, l’autrice di queste storie pare intenzionata a esplorarne parecchie. Indigeste e disturbanti. E tutte le servono come lente per mostrarci in modo ossessivo la sottrazione generata dalla tecnologia.

Perché lo spazio che la tecnologia occupa nella nostra vita, il suo modo di insinuarsi nella nostra libertà, nelle relazioni che creiamo con gli altri, nel modo in cui ci prendiamo cura di noi ha cambiato gli equilibri, ha cambiato noi.

È la solita storia, lo so: mentre un tempo gli aggeggi, così li chiamavamo, erano comodi, facevano le cose al posto nostro, oggi siamo noi che facciamo qualcosa per gli aggeggi. E mentre succede, perdiamo terreno, perdiamo attenzione, perdiamo.

Sai quali sono le cose che aumentano a dismisura grazie alla tecnologia? L’illusione di tutte le cose che possiamo fare grazie ad essa e i modi in cui ci fa sentire peggio. E aumentano le connessioni tra le persone ma anche la compressione degli spazi che hai a disposizione, e aumenta il controllo cui siamo sottoposti.

E puoi lamentarti ed essere critica/critico quanto vuoi ma come puoi rinunciare a far parte del sistema? Come fai soltanto a pensare di mettere un piede fuori di casa, lavorare, incontrare qualcuno, fidanzarti, fare sesso?

E infatti non lo fai. E non lo fa neppure South molto probabilmente che si limita a fare un balzo in avanti in un altrove che pensiamo distante solo per comodità. E ci infila nelle vite assurde di persone che normalizzano l’impensabile. Persone che ti metteranno in difficoltà in modi che non ti aspetti. Però quando sei lì in apnea ecco che arriva una battuta, un gioco di parole perfetto e basta questa boccata d’ossigeno per proseguire.

Non è una cosa che ti dimentichi, se la leggi. È il libro di esordio di Mary South.

PAURA: LEZIONI DI SOPRAVVIVENZA DALLA NATURA SELVAGGIA
di Daniel T. Blumstein, traduzione di Sabrina Placidi, Raffaello Cortina Editore, 286 pagine, anche in ebook

Paura di Daniel T. Blumstein

La paura la proviamo, la subiamo. Talvolta la sfidiamo, perché non ci dispiace neppure “giocare a provarla” per gustarci il brivido, certo, ma nella speranza di poterla controllare.

Quando è vivo terrore, però, è tutta un altro spavento.  

Te lo ricordi cosa hai provato l’ultima volta in cui hai avuto paura per davvero? Una scarica elettrica, il cuore impazzito, il respiro che si fa veloce… prendere paura non è solo pauroso è soprattutto parecchio faticoso! Ma, per capire perché reagiamo in questo modo alle situazioni spaventose, dobbiamo comprendere la nostra storia evolutiva. Per milioni di anni la paura ha mantenuto in vita i nostri antenati, umani e non. Per questo è tanto preziosa. 

Si tratta di una raffinata selezione che ha prodotto una serie di processi che ci permettono di fuggire, attaccare o – estrema ratio – fingerci morti davanti a una minaccia.

Caspita, ma una scarica di adrenalina per colpa di una belva affamata è ben più comprensibile della medesima reazione davanti alla commissione d’esame! Lo so… ma il guaio è che l’evoluzione lavora con quello che ha e quando si presentano minacce sociali, gli umani impiegano alcuni degli stessi sistemi fisiologici e psicologici che prima assicuravano la salvezza dai predatori.

L’autore, Daniel T. Blumstein, da anni studia i comportamenti antipredatori negli animali e persino nelle piante perché esistono molte analogie con ciò che accade a noi infatti – anche se ogni specie è il risultato della sua singolare storia evolutiva – noi condividiamo numerosi meccanismi neurofisiologici con i non umani.

E che cosa imparerai imbarcandoti con lui in questo viaggio avventuroso? Che, a quanto pare, gli stimoli di pericolo hanno suoni, odori e fattezze prevedibili. Molte specie, umani inclusi, reagiscono a questi stimoli di riflesso.

Vedrai come gli animali imparano a riconoscere le minacce e scoprirai perché questo c’entra con il comportamento umano, compreso il disturbo da stress post-traumatico, sì.

Attraverserai la geografia della paura e scoprirai come alcuni organismi riducano intelligentemente la propria esposizione ai rischi.

Imparerai una legge preziosa: tutti gli organismi devono barattare la sicurezza con il bisogno di acquisire altre risorse.

E imperai anche che siamo pessimi a valutare correttamente i rischi: per esempio, temiamo più gli squali che le noci di cocco… ma lo sai che ogni anno muoiono molte più persone per colpa della caduta di una noce di cocco che degli squali?!

La paura, oltre a renderci umani, non va sconfitta è una alleata che va ascoltata e compresa, solo così può permetterci di prendere decisioni intelligenti o meno stupide…

I Libri a Colazione sono un podcast di Chiara Beretta Mazzotta nato dopo dodici anni di Libri a Colacione su Radio 105. Se vuoi leggere/ascoltare le vecchie puntate, le trovi qui su BookBlister oppure le puoi ascoltare su Spotify, iTunes, Apple Podcast, Spreaker e Alexa. Alla prossima settimana e buoni libri!

Digiqole Ad

Related post