Tags : Bompiani

Eventi

Un, due, tre… Strega!

Che lo amiate, detestiate o ignoriate di proposito – inutile affannarsi – ogni anno, imperturbabile, Lui c’è. Parlo del premio Strega il più noto del narrativo Stivale (traduzione = quello che “muove” più copie, che fa vendere ai vincitori e quindi agli editori). Il suo primo vagito? Nel ’47 quando gli Amici della domenica – […]Leggi di più

SceltidaVoi

Mandami a dire

E per gli Scelti da voi, grazie a Tiziana per la sua recensione. È una raccolta di quattordici racconti brevi.  Bellissimi, profondi e pieni di poesia. I protagonisti sono persone comuni, come se ne potrebbero incontrare tutti i giorni e come magari ne conosciamo anche noi. A volte sono anche quelli che, dalla società cosiddetta civile, vengono […]Leggi di più

SceltidaVoi

Cronaca di un disamore

E per gli Scelti da voi, grazie alla recensione di Micol Sacco. Sorrise. Era felice. Pensò:  ti ho insegnato come trema la pelle quando nasce l’amore. Due settimane più tardi Maurizio lasciò Luca, dicendogli che quando lo guardava non lo desiderava più. Nasce tutto da questo, da una storia d’amore finita, pochi mesi per stare […]Leggi di più

Incipit

Al limite della notte

L’Errore sta venendo per fermarsi un po’. “Sei arrabbiato per Erry?” chiede Rebecca. “Certo che no,” risponde Peter. Uno dei vecchi, imperscrutabili cavalli che tirano le carrozze dei turisti è stato investito da un’auto sulla Broadway, il traffico è quindi bloccato fino a Port Authority, Peter e Rebecca sono quindi in ritardo. “Forse è il […]Leggi di più

Incipit

L’ombra dello scorpione

«Sally.» Un borbottio. «Svegliati, Sally.» Un borbottio più forte: ’sciami in pace. La scosse più bruscamente. «Svegliati. Devi svegliarti!» Charlie. La voce di Charlie. La stava chiamando. Da quanto tempo? Sally emerse dal sonno. Prima guardò la sveglia sul comodino e vide che erano le due e un quarto. Charlie non sarebbe neppure dovuto essere […]Leggi di più

TritaTrame

La seconda mezzanotte

Come distopia comanda, sul mondo si è abbattuta la catastrofe – i ghiacci scongelati, la grande onda, il clima impazzito – e la distruzione, oltre alle terre, ha spazzato via il potere istituito, aprendo le porte a una nuova ondata di barbari. Date le premesse, non stupisce che nel 2092 comandino i soldi, e quindi […]Leggi di più