Libri a Colacione # 6

Clicca PLAY e ascolta la puntata!

VOLTAPAGINA
Volevo solo una vita tranquilla, Anna Talò, Volevo-solo-una-vita-tranquillaCorbaccio, p. 173 (14,90 euro) anche in ebook
Teresa Mirella nella vita campa scrivendo manuali di auto-aiuto. Pure con discreto successo. Vorrebbe scrivere un romanzo, anche il suo editore lo vorrebbe! Sarà colpa della “pagnotta garantita”, fatto sta che l’idea latita e la pagina di word resta bianca. Il problema è che Teresa è allergica al mondo e da un po’ non esce di casa… questo lo sa solo la sua migliore amica, ché una che scrive manuali di auto-aiuto e si auto-reclude in casa non si fa una gran bella pubblicità. Però Teresa ha una scialuppa di salvataggio: diventare Lucilla, una blogger, che ha una rubrica del cuore decisamente peculiare. Perché Lucilla non ha peli sulla lingua e si sfoga con risposte caustiche e cattive, anzi cattivissime. Peccato che un giorno le sue risposte urtino il Vendicatore, uno stalker che le darà non poco filo da torcere e la costringerà a mettersi di nuovo in moto. Per gli scoraggiati, gli abitudinari, per chi non crede nel destino… una iniezione di sorrisi e autoironia. Leggendolo, da Paperino, vi trasformerete in Paperinik!

DA GUSTARE
Il-pallonaroIl pallonaro, Luigi Romolo Carrino, GoWare, (4,99 euro)
Di Martino si chiama Diego in onore di Maradona. Si è fatto tutta la gavetta. È sopravvissuto pure a un brutto infortunio. Due anni di stop, mica poco… Però adesso ce l’ha fatta, adesso gioca in serie A. Solo che Diego ha un segreto. E il suo procuratore gli ha intimato il silenzio. Perché anche se tutti lo sanno, nessuno ne deve parlare. È il calcio, più che uno sport una religione, il calcio è sacro! È uno sport da uomini e che diamine! E un omosessuale con il calcio non c’azzecca proprio… così per il procuratore è meglio metterlo in contatto con qualcuno che gli procuri riservati gigolo e sperare che il ragazzo non mandi tutto all’aria. Ma Diego è stanco, depresso.  Ed ecco che scopre Marisa. Una “rete” di insospettabili calciatori gay. Un “luogo” che permette di parlare, raccontare la propria esperienza, dimenticare per un attimo le bugie e trovare anche occasioni e persone (fidate) con cui fare l’amore. Basta che non appartengano alla rete, però, perché questo è vietato. Il motivo? Diego lo scoprirà sulla sua pelle… il cardiopalma del campionato, a suon di goal e azioni da un lato, e, dall’altro, ecco che si giocherà una partita ben più importante. Un romanzo coraggioso, che tutti gli Uomini veri dovrebbero leggere.

BELLISSIMI
L’analfabeta che sapeva contare, Jonas Jonasson, traduzione di Margherita Podestà Heir, Bompiani, p. 485 (19 euro)L'analfabeta che sapeva contare
Nombeko, una bimba sudafricana nata nel 1961. È cresciuta nelle baraccopoli di Soweto e la vita l’ha messa a dura prova. Miseria, malattie, droghe, alcol… eppure la piccola Nombeko ha un potere magico capace di salvarla in ogni occasione: pur essendo analfabeta è un genio della matematica. E questa sua genialità, modella il suo sguardo sul mondo e le apre le porte della conoscenza: in ogni situazione Nombeko impara. Ed ecco che un giorno, finisce nelle sue mani il bottino – diamanti, parecchi diamanti! – di un furbastro di nome Thabo che, peraltro, le ha insegnato a leggere. Quando lui muore, Nombeko decide che userà la sua fortuna per leggere. Sì per trasferirsi e passare la vita a leggere nella più grande biblioteca del Paese. Però le cose non vanno come vorrebbe… e a causa di un incidente, finirà a lavorare nella casa di un ingegnere. Quest’uomo, pur essendo incapace (e pure un ubriacone), è stato incaricato dal regime sudafricano di preparare la bomba atomica. E la nostra eroina altro che cameriera, diventerà la sua preziosa consulente. Ed è solo l’inizio della storia! Se non potete vivere senza fantasia e humour, questo è il romanzo per voi!

0 Commenti

  • cinzia Reply

    23 dicembre 2013 at 10:08

    Sotto l’albero vorrei… una montagna di libri!! Grazie Chiara buon Natale e un abbraccio grande! :*

  • Cristiano Reply

    23 dicembre 2013 at 10:16

    bello spazio come sempre! buon natale!

  • cinzia Reply

    23 dicembre 2013 at 23:55

    Ps. GRAZIE perché rispondi sempre ai messaggi!! Ancora auguri e un super bacione alla piccola GRANDE Vittoria!! 🙂

    • Chiara Beretta Mazzotta Reply

      24 dicembre 2013 at 9:19

      (Io quelli che aprono un blog e non rispondono ai commenti non li tollero 🙂 Bacio pure da SataNana, alias Vittoria)

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password