Tutto Esaurito: Consigli da leggere… sotto l’albero 2012

Radio 10 NataleVOLTAPAGINA
Se mi chiami mollo tutto… però chiamami, Albert Espinosa, traduzione di Patrizia Spinato, Salani, p. 188 (13,50 euro) anche in ebook
“Quando passi anni cercando di rassegnarti al fatto che la vita è quello che ti succede, in modo del tutto indipendente dalle tue decisioni, be’, finisci per farci l’abitudine, purtroppo”. E per Dani, in effetti, le cose non volgono proprio al meglio. Sta per perdere la donna che ama ed è sull’orlo di una colossale crisi di identità. La vita, però, va per la sua strada: Dani riceve infatti una telefonata, a chiamarlo è ilSe mi chiami mollo tutto… però chiamami, Albert Espinosa padre del piccolo Izan, un bambino scomparso. Sì, perché il lavoro del protagonista è proprio questo, occuparsi di bambini di cui si sono perse le tracce, fuggitivi o rapiti. E così per seguire il caso Dani parte alla volta di Capri, per lui un luogo speciale che lo riporta alla sua adolescenza, facendo affiorare, ricordi, emozioni e dolori. Sì, perché Dani ha una famiglia particolare… ma guai a svelarvi il perché! Un libro d’amore e d’avventura, perfetto per chi sa che “quando credi di avere tutte le risposte, arriva l’universo e ti cambia le domande” (Jorge Francisco Pinto, in epigrafe al libro).

DA GUSTARE
Il mattatore, Bill JamesIl mattatore, Bill James, traduzione di Alfonso Geraci, Sellerio editore, p. 336 (14,00 euro) anche in ebook
Ne parlano tutti i giornali del caso di Mandy. Corriere della droga che si è trovata nel bel mezzo di uno scontro tra bande ed è stata uccisa. Mandy aveva solo tredici anni. Ma lo scontro non si consuma solo nelle strade ma anche tra le forze dell’ordine: da una parte Mark Lane, il capo della polizia, che vuole a tutti costi infiltrare un detective tra i trafficanti e dall’altra Desmond Iles, l’assistente capo, che invece non vuole correre rischi e che pur di calmare le acque è disposto a scendere a patti con i trafficanti, tanto per cominciare chiudendo un occhio sui loro traffici. E nel mezzo? C’è il protagonista, Colin Harpur, il soprintendente che indaga sul caso di Mandy e non ha alcuna intenzione di appoggiare né il capo della polizia, né il suo assistente. Grande penna, intreccio gustoso per tutti quelli che senza un buon giallo non possono vivere e sono curiosi di vedere tra Stato e crimine, chi la spunta e perché.

BELLISSIMI
Un bravo ragazzo, Javier Gutiérrez, traduzione di Silvia Sichel, Neri Pozza, p. 173 (15,00 euro) anche in ebook
Polo, Chino, Nacho e sua sorella Blanca. Ragazzi come tanti, con il sogno di sfondare nella musica. Perché la loro non è una band di pivelli, loro sono speciali. E Polo ci crede davvero, consumando la sua vita tra una serata in qualche locale underground e parecchie droghe. O meglio ci credeva, adesso che lavora in banca – piuttosto mi ammazzo si diceva – e il gruppo si è sciolto. Già. E lui e Nacho non si vedono più da dieci anni. Ma il passato Polo non riesce proprio a dimenticarlo, ilUn bravo ragazzo, Javier Gutiérrez passato lo ossessiona. Anche quando sfiora Gabi, la sua ragazza, la tristezza, i ricordi lo assalgono togliendogli il fiato. Un incontro causale e le sedute dallo psicologo faranno affiorare la terribile realtà, una realtà che Polo manipola, distorce. Incredibile il montaggio delle voci dei protagonisti che, come pennellate, si affastellano le une sulle altre. Una storia che è un pugno nello stomaco raccontata però con grande poesia, perfetta per chi vuol fare i conti con un sentimento diabolico: il senso di colpa che costringe il passato in un eterno presente, un presente da incubo. Imperdibile.

Puntata 18-12-12

<

3 Commenti

  • Chiara Beretta Mazzotta Reply

    18 dicembre 2012 at 10:25

    E da domani, fino al 24: consigli di Natale! Per tutti i gusti e per tutte le tasche. Senza dimenticare gli ebook.

  • sandra Reply

    18 dicembre 2012 at 23:10

    e speriamo che la gente si decida a regalare libri, e il mio vicino ad abbassare la TV non c’entra ma mi sta trapanando il cranio.

    • Chiara Beretta Mazzotta Reply

      19 dicembre 2012 at 8:23

      Che carino il vicino, chissà che bel programma stava guardando… i Libri salvano il cervello, sempre 😉

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password