Tutto Esaurito: Consigli da leggere # 20

Radio105Clicca play per riascoltare la puntata! 

VOLTAPAGINA
L’ombelico di Giovanna, Ernest Van Der Kwast, traduzione di Alessandra Liberati, Isbn Edizioni, p. 129 (13,50 euro) anche in ebook
Ezio Ortolani vive a Bolzano da quasi sessant’anni e di anni, ormai, ne ha 84. È un tipo solitario e silenzioso, uno che ha lavorato come raccoglitore di mele per quasi tutta la vita. Un giorno il passato bussa alla sua porta. È una lettera, la lettera di una donna che ha amato alla follia, la meravigliosa Giovanna Berlucchi che lo ha stregato, nel 1945, con il suo malizioso ombelico lasciato scoperto da unoL'ombelico di Giovanna strappo del costume intero su di una spiaggia pugliese. La donna che voleva sposare ma che non è stata capace di amarlo costringendolo a cambiare del tutto la propria vita e impedendogli di legarsi a un’altra. Ezio dalla Puglia è infatti fuggito e alla Puglia adesso farà ritorno. Un viaggio del cuore, nei ricordi. Un libro per chi ama gli amori impossibili, le lettere infuocate e sa che, quando il destino chiama, non si può perdere tempo a pensare.

DA GUSTARE
L’eroe quotidiano, David FoenkinosL’eroe quotidiano, David Foenkinos, traduzione di Alberto Bracci Testasecca, Edizioni E/O, p. 233 (18,00 euro) anche in ebook
Un uomo qualunque. Un portiere di notte che vive nella sua routine, fatta di veglie alla reception di un piccolo albero parigino, che si alza, lavora, si innamora di una donna, ha un figlio… uno che a guardarsi indietro ricorda con disperazione la morte dell’amato nonno e che la domenica non manca mai di andare a trovare la nonna nella casa di riposo. Uno che con i genitori non c’è andato troppo d’accordo e che l’amore, i rapporti, non li capisce granché. Uno che vorrebbe capire meglio il mondo e vorrebbe raccontarlo in un romanzo che forse non scriverà mai. Uno qualunque. Uno banale. Un eroe quotidiano, cioè uno che vive digerendo gli ostacoli di tutti i giorni e si ingegna, in ogni modo, per riuscire a superarli. Un romanzo delicatissimo che non si abbandona mai alla tristezza pur trattando argomenti tosti – la vecchiaia, l’abbandono – perfetto per chi ama i ricordi. (Nota di merito al traduttore, che gran lavoro ha fatto!)

BELLISSIMI
A casa del diavolo, Romano De Marco, TimeCrime, p.  (9,90 euro)
Guai a pestare i piedi ai superiori (e a portarti a letto le colleghe). Soprattutto se sei un giovane in carriera, piacente a caccia di una vita di successi. Potrebbe infatti capitarti di perdere la promozione tanto attesa e di essere sbattuto in quella che per te è la Siberia, vale a dire Castrognano, un paesino sperduto tra i monti dell’Abruzzo, per dirigere la filiale locale. Quattro case, pochi abitanti non troppo ospitali e la difficoltà di doversi adattare a un mondo che pare lontano anni luceA casa del diavolo dal tuo. E se il buongiorno si vede dal mattino, si prevedono grossi guai a cominciare dalla morte del collega che hai sostituito, per non parlare di quei movimenti bancari che no, non ti quadrano affatto. Giulio Terenzi, il protagonista, farà di tutto per starvi antipatico e poi, lentamente, scivolerete dalla sua parte. Scoprirete con lui che, in effetti, in quel paese c’è qualcosa che non va. A dirvelo sarà un bambino con i suoi disegni inquietanti capaci di svelarvi un mondo arcaico, fatto di oscure tradizioni. Ed ecco il male vero e terribile, quello che abita proprio di fianco a noi. Imperdibile per chi ama i personaggi che evolvono e le storie che conquistano dalla prima all’ultima pagina.

Puntata 12-02-13

<

17 Commenti

  • sandra Reply

    12 febbraio 2013 at 10:11

    Questa volta mi attirano tutti e tre, senza remore. Wow!

  • Angela Reply

    12 febbraio 2013 at 11:33

    I primi due sembrano davvero deliziosi, non vedo l’ora di gustarmeli!! Grazie mille, consigli sempre preziosissimi

  • Francesco D'Antona Reply

    12 febbraio 2013 at 13:53

    Ottimo Libro il 3!! Complimenti a Romano de Marco!!!!

  • Tale's Teller Reply

    12 febbraio 2013 at 23:59

    Intravedo i vantaggi di far un giretto a casa del diavolo…

  • Elena Cattaneo Reply

    21 febbraio 2013 at 17:20

    Chiara, grazie, mi hai fatto scoprire Foenkinos (scrittore prolifico fra l’altro, ha all’attivo 12 romanzi, in 37 anni di vita). Lo sto leggendo in francese: ho iniziato con Nos séparation e ora sto finendo Les souvenirs (da noi L’eroe quotidiano). Nel primo romanzo, in una nota, fa riferimento alla saga di Truffaut-Doinel: paragone azzeccato. C’è una struggente leggerezza nel modo in cui ci racconta il peso della vita. E una buona dose di ironia, che forse non ci salva, ma di certo mitiga la paura.

  • cinzia Reply

    9 febbraio 2014 at 15:17

    “A casa del diavolo” voto 10!! Evviva Chiara e i libri a colaccioneee!!! 🙂

  • cinzia Reply

    3 aprile 2014 at 17:30

    “L’eroe quotidiano” mi è piaciuto davvero tantissimo!! Un libro ben scritto e costruito su un personaggio la cui semplicità non lo fa apparire mai banale!! Un bacione 🙂

    • Chiara Beretta Mazzotta Reply

      3 aprile 2014 at 17:46

      Ciao, Cinzia, molto bene, molto bene!
      E grazie mille per avermelo scritto, ci tengo a sapere che ne è dei consigli 😉
      Un bacione a te

  • cinzia Reply

    3 aprile 2014 at 23:24

    Grazie a te perché fai crescere sempre di più la mia passione per i libri e la lettura!!!! 🙂

  • cinzia Reply

    6 aprile 2014 at 16:48

    Ho divorato “L’ombelico di Giovanna” in due ore, ma che bello!!! Scritto bene e molto coinvolgente seppur breve, davvero bellissimo!!!! Bacioneeeeeeeee 😀

  • cinzia Reply

    6 aprile 2014 at 22:38

    Sì io ADORO leggere!!!! Tra l’altro adesso sono in maternità, il mio bambino nascerà a maggio, perciò ho tanto tempo!!! Ovunque io sia ho sempre un libro con me!!!!! Per me è una gioia averti incontrata!!! Bacioneeeeee 🙂

    • Chiara Beretta Mazzotta Reply

      7 aprile 2014 at 0:17

      Congratulazioni!
      Lo hai letto “il metodo maman”? Non solo è spiritoso ma regala dei preziosi punti di vista per affrontare l’avventura senza fanatismi, sensi di colpa e altre rognose compagnie.
      E per i papà, bellissimo: “Nella pancia del papà” scritto da Pellai.

  • cinzia Reply

    7 aprile 2014 at 12:59

    Grazie per questi consigli, li leggeremo sicuramente e ti faremo sapere!!! Buona giornata!!!!

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password