Ausmerzen, vite indegne di essere vissute

E per gli Scelti da voi, grazie ad Andrea Pialorsi per la sua recensione.

Ausmerzen, vite indegne di essere vissute non è un libro, è un pugno nello stomaco che lascia storditi. Perché solo l’uomo è in grado di commettere azioni tanto abominevoli ed efferate contro se stesso…

L’autore è Marco Paolini, attore, scrittore e regista, da me molto apprezzato, dopo aver visto alcuni suoi spettacoli in tv. Nel libro è contenuto anche un testo scritto dal fratello, Mario Paolini, terapeuta che si occupa da tempo di persone con disabilità intellettiva.
“Ausmerzen” è un termine usato dai pastori, ha un suono dolce ma un significato duro, significa: “Che va fatto a marzo”. E si riferisce agli agnelli troppo deboli per affrontare la transumanza a primavera, quelli che perciò andranno abbattuti. Una selezione spietata ma necessaria.

Il libro racconta la storia di uno eccidio di massa conosciuto come Aktion T4 (T4 sta per Tiergartenstraße numero 4, un indirizzo di Berlino), iniziato ben prima degli orrori dei campi di concentramento e sterminio, perpetrato in Germania in strutture predisposte allo scopo, a opera di uomini, spesso medici, operatori sanitari e sociali. Non di soldati.
Durante Aktion T4 sono stati uccisi e passati per il camino circa trecentomila esseri umani classificati come “vite indegne di essere vissute”. Si trattava di una struttura ben organizzata e segreta, i cui componenti per lo più erano raccomandati che ambivano a entrare nella rete dedita all’eliminazione dei deboli, dei mangiatori inutili, dei difettosi, le cui vite erano appunto ritenute indegne di essere vissute.

Teorie folli nate ben prima dell’avvento del nazismo, in stati cosiddetti civili e accolte e incentivate nella Germania nazista. Spesso erano i genitori di persone disabili ad affidare a queste strutture i propri figli nella speranza di fare il loro bene, non sapendo spesso che fine terribile facessero.

Il libro è drammatico e commovente, un nome su tutti: Lossa Ernst, capitolo 20. Una lettura che tratta argomenti delicati, su cui riflettere e interrogarsi. Tutti prima o poi dovrebbero leggere un libro come questo. Potente e necessario.

Ausmerzen, vite indegne di essere vissute, Marco Paolini, Einaudi, p. 176 (12 euro) anche in ebook (qui trovate il dvd dello spettacolo)

<

7 Commenti

  • tomas carosella Reply

    25 Febbraio 2013 at 14:32

    ho seguito in tv il bellissimo spettacolo teatrale. confermo, un pugno nello stomaco, che vale veramente la pena di vedere, x capire in che modo mostruoso è stata costruita la macchina della morte nella sua fase iniziale, e come si può non vedere/essere indotti a non vedere.
    ciao Chiara, grazie!

    • Chiara Beretta Mazzotta Reply

      25 Febbraio 2013 at 14:49

      Ciao Tomas, anche io ho visto lo spettacolo, ma adesso vorrei leggere anche il libro. Stavolta comunque io non c’entro, è merito di Andrea Pialorsi!
      Alla prossima!

      • Anonimo Reply

        25 Febbraio 2013 at 18:32

        Ciao Chiara, grazie….il merito non è tanto mio ma dell’autore! eh eh
        Buona lettura, merita davvero…

        Andrea

  • Tale's Teller Reply

    25 Febbraio 2013 at 18:51

    Di Paolini ho visto molto ma letto molto poco.
    Un po’ per pigrizia ed un po’ per una scelta deliberata: trovo che lui sia eccezionale come interprete dei suoi testi e che rientri nelle categoria di quello che guardato è meglio che letto.
    Questo spettacolo l’ho perso… ed il libro acquista un notevole fascino.

  • In nome di una abominevole perfezione - Nebbia ad agosto - BookBlister Reply

    15 Aprile 2017 at 15:29

    […] che racconta la vera storia di Ernst Lossa (di cui ha parlato anche Marco Paolini nel suo toccante Ausmerzen. Vite indegne di essere vissute). Siamo in Germania, nel 1944, e in un ospedale psichiatrico sono ricoverati malati mentali ma […]

  • 27 gennaio, Giorno della memoria: l'Olocausto dei disabili Reply

    27 Gennaio 2019 at 14:18

    […] anno fa il regista e attore Marco Paolini ha realizzato uno spettacolo teatrale, Ausmerzen. Vite indegne di essere vissute, per raccontare l’epurazione di disabili e malati di mente […]

  • Massimiliano Reply

    19 Marzo 2020 at 19:03

    Piacere sono Massimiliano ho visto il video però non riesco a fare una riflessione su questa cosa. Se mi aiutate vi ringrazio

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password