Il cargo giapponese

 Il cargo giapponese

Il cargo giapponese, Giorgio Manacorda, Voland, p. 132 (16 euro)
Il commissario Sperandio da Roma è stato trasferito in Sardegna. Lui e il suo cane vivono tra i monti della Barbagia. La routine del commissario è scandita dal lavoro e dalla sua amata scrittura – poesie – nessun guizzo, nessun imprevisto. Non ci sono amici e non c’è una donna. Ma ecco che, un giorno, un cargo battente bandiera giapponese si va a schiantare su una banchina del porto di Cagliari. Peccato che l’imbarcazione sia del tutto vuota: non solo manca il carico, ma manca pure l’equipaggio. E così il questore di Cagliari chiama proprio Sperandio – suo vecchio collega – per risolvere il caso della nave fantasma.

Libri in Taxi è la rubrica dedicata alle video-recensioni che da qualche mese va in giro per l’Italia a bordo di una flotta di mille taxi. Milano, Roma, Firenze, Torino sono le città coinvolte nel progetto Toucher®: un touchscreen applicato sul retro del poggiatesta del sedile anteriore dei taxi che trasmette un palinsesto in cui sono previsti programmi di intrattenimento e informazione. Merito di Celm Italia che sta trasformando il trasporto in una occasione di comunicazione interattiva. E per una storia, è sempre un buon momento.

Annuncio digiqole

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *