Libri a Colacione # 24

Clicca PLAY e ascolta la puntata!

#VOLTAPAGINAIl_cappello_del_maresciallo
Il cappello del maresciallo, Marco Ghizzoni, Guanda, p. 251 (16 euro) anche in ebook 
Occhei la morte mica si può dire sia una buona cosa… però se qualcuno diparte e lascia vedova una bella moglie allora, forse, la prospettiva cambia. Succede a Bigio, il becchino, della donna in questione da sempre innamorato. Lei è infatti la vedova del liutaio, o meglio, ex liutaio Arcari in attesa di sepoltura. Però guai a strafare, per esempio promettere all’amata un loculo centrale nel cimitero, quando posto non c’è. Oddio, il posto si trova… magari spostando un corpo da una tomba all’altra. E chi se ne importa se si tratta del corpo dell’ex sindaco del paese! Solo che un morto ammazzato e un corpo svanito sono garanzia di guai e il borgo di Boscobasso verrà travolto dal caos. A indagare tocca al maresciallo Bellomo. E se vi chiedete che c’entri il cappello… be’, no, non ve lo dico! Per tutti quelli che lo sanno: il potere non è niente male, invidia a parte.


L'ordine innaturale
#DAGUSTARE
L’ordine innaturale degli elementi, Barbara Buoso, Baldini & Castoldi, p. 151 (14,90 euro) anche in ebook
Pensate all’equilibrio, al karma delle cose. A quel naturale fluire della vita. E poi pensate alla normalità di una famiglia che ti cresce volendoti bene. A Caterina sono invece toccate due sventure la prima nascere femmina, la seconda in una famiglia in cui le è presto toccato abituarsi al male. E al disamore. È nata nel Polesine e vive in una casa colonica che divide con cugine e zii (più amorevoli dei genitori) e le sue giornate sono scandite dal lavoro nei campi, dalla raccolta del miele e dall’ignoranza, l’immobilità del mondo in cui cresce, gli stereotipi contro cui tocca combattere. Seguiremo la piccola Caterina e con un guizzo ce la ritroveremo grande. Ecco una storia di riscatto, un percorso di formazione violento come solo sa essere la vita quando vuol metterti di fronte all’orrore. Per tutti quelli che cercano letture necessarie.

#BELLISSIMITeo
Teo, Lorenza Gentile, Einaudi, p. 362 (18,50 euro) anche in ebook
“Per diventare un vero uomo cosa devi fare?”
“Usare il cervello” ho risposo a colpo sicuro.
Le sue domande al contrario delle mie erano sempre le stesse, quindi le risposte erano facilissime.
Usare il cervello. Ho pensato in fretta alla strategia per farmi ascoltare. Forse ce l’avevo, potevo attaccarlo. Come aveva fatto Napoleone a Tolone.
A parlare è Teo, otto anni, molti interrogativi ma un piano ben preciso. Perché lui, come tutti, vorrebbe essere felice. E la sua felicità, come per tutti, dipende dagli altri. Che, a conti fatti, è una vera rogna se sei un bambino e vivi in una casa dove mamma e papà non fanno altro che litigare. E lui vuol farli smettere, ha capito che tocca a lui combattere per loro perché loro non ne sono capaci. Non la chiamate fiaba, questo è il mondo sorprendente dei bambini, e non farete alcuna fatica a capire, perché lo siete stati anche voi. Per tutti quelli che, da piccoli, almeno una volta si sono sentiti dire: “Non crescere mai”.

Nessun commento ancora

Lascia un commento