Grandangolo – Simone Somekh

 Grandangolo – Simone Somekh
Autore: Simone Somekh
Casa editrice: Giuntina
180 pagine
Compra adesso

Cosa può provare un ragazzo a nascere e crescere in una comunità ebraica ultraortodossa? Perché se già trovare il proprio spazio nel mondo è difficile per qualsiasi adolescente, figurarsi in un contesto in cui la comunità è come un gigante che schiaccia chi ne fa parte.

Si sentì uno schianto, ed io ero solo nella macchina ma non mi feci nulla, perché a ferire in questo mondo non sono gli incidenti ma le persone con le parole e le loro stupide idee.

Esistono le rigole – per mangiare, per relazionarsi, per svagarsi, per mostrarsi… – e uniformarsi significa confondersi. Esiste il Tutto e le parti che lo compongono sono funzionali e non possono permettersi di emergere.

Solo che l’esperienza della crescita implica, necessariamente, la trasformazione. E potrebbe di certo emergere Ezra Kramer, il protagonista, che ha una profonda passione per la fotografia, una passione che decide di coltivare.

Per farlo, però, bisogna violare le regole, fare i conti con la propria religiosità e con il concetto di diverso, bisogna abbandonare la comunità e imparare che i punti di vista e le nostre prese di posizione dipendono anche da dove ci troviamo e da cosa o da chi ci circonda.

Vi siete preoccupati così tanto di far combaciare tutti i pezzi che avete perso di vista i più importanti. Volevate una comunità e vi siete lasciati scappare la famiglia. Volevate Dio e vi siete dimenticati degli uomini. A volte penso che abbiate guardato alla realtà attraverso un grandangolo: pur di allargare gli orizzonti, avete permesso che la vista degli oggetti in primo piano venisse deformata.

L’autore, Simone Somekh, ha scritto questo libro quando aveva 21 anni. Un esordio che ci ricorda quanto preziose siano le nuove voci. Stereotipi non ne troverete, troverete invece tante idee e pensieri che valgono la pena di essere sottolineati.

Annuncio digiqole

Articoli correlati

1 commento

  • Oh, finalmente un libro della grande GIUNTINA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *