Libri a Colacione 30 novembre 2019

Libri a Colacione 30 novembre 2019

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: Una sfida attraverso i limiti di Sabrina Schillaci e Piccolo manuale di autodifesa verbale di Barbara Berckan.


Vuoi ascoltare la puntata? Ecco il podcast!


UNA SFIDA ATTRAVERSO I LIMITI
di Sabrina Schillaci, TraccePerLaMeta edizioni, 187 pagine

UNA SFIDA ATTRAVERSO I LIMITI di Sabrina Schillaci, TraccePerLaMeta edizioni

È il 15 agosto 2007, un gruppo di amici al lago di Garda, dopo aver festeggiato, fa il bagno di mezzanotte. Un tuffo dal pontile, l’acqua è bassa è uno dei ragazzi non si alza, resta chino, sente un formicolio diffuso, non riesce neppure ad allacciarsi il cinturino dell’orologio che nel tuffo si è slacciato… non riesce più a muoversi.

Da qui il panico, la corsa in ospedale e i primi soccorsi. Qualcuno dice, senza garbo né umanità, “resterai paralizzato per una ragazzata”.

Nulla ti prepara a certe prove. La vita cambia e tu puoi solo fare due cose, darti per vinto o stare in scia e provare ad affrontare ciò che ti è capitato. Per Sabrina è stato così, quando suo marito Davide è rimasto tetraplegico per una lesione alle vertebre cervicali.

E i limiti non ha voluto solo gestirli, Sabrina, li ha proprio voluti sfidare e si è inventata la sua personalissima Race Across Limits: 2.200 chilometri con la sua bicicletta, da Besana in Brianza a Santiago de Compostela, in 18 giorni.

Scopo della missione? Non solo arrivare a destinazione ma, insieme con Come Collaboration Onlus – una associazione di osteopati che si occupa di trattare bimbi e neonati disabili in Italia e nei paesi più poveri al mondo – raccogliere fondi. Sì, perché chiunque avesse voluto, avrebbe potuto pedalare insieme con Sabrina e devolvere fondi.

Ed ecco che lo sport non diviene solo una valvola di sfogo, uno strumento per ritrovare equilibrio e pace interiore, diviene uno strumento per realizzare qualcosa di buono, uno strumento per cambiare in meglio la vita dei disabili e delle proprie famiglie. In questo libro trovate il racconto di quei mitici 18 giorni verso la meta. “Pedalare” con Sabrina ti cambia un po’ la vita.

PICCOLO MANUALE DI AUTODIFESA VERBALE
di Barbara Berckan, traduzione di Cristina Malimpensa, Feltrinelli, pagine 157, anche in ebook

PICCOLO MANUALE DI AUTODIFESA VERBALE di Barbara Berckan, traduzione di Cristina Malimpensa, Feltrinelli

Quando le persone parlano tra di loro, a volte, usano il tono sbagliato. Succede. Con alcuni spesso, con altri meno… ma il punto, la domanda vera è: come dobbiamo reagire noi che ci troviamo a subire queste conversazioni?

Come possiamo evitare di scendere al livello di un interlocutore sgarbato, di quelli che dicono cose stupide, inopportune o addirittura violente? Come possiamo evitare il litigio?

Ed ecco che, dopo dieci anni di studi, l’autrice ha raccolto una serie di metodi pratici che consentono alle persone di superare, nel modo più elegante e sereno possibile, un attacco verbale.

Per farlo è stata profondamente ispirata dall’eleganza e dalla gentilezza delle arti marziali e ha iniziato a ragionare su una sorta di autodifesa verbale. Applicando alla lettera il principio base del judo e dell’aikido: il morbido vince il duro.

Gli obiettivi che si è prefissata? Trovare delle modalità di interazione che prevedessero sempre e solo l’autodifesa personale e mai l’attacco. Adoperare strategie semplici, universali, quindi applicabili in ogni situazione, del tutto prive di violenza o di termini insultanti e che – molto importante – non intaccassero il piano relazionale. Vale a dire: con il vostro interlocutore dialogherete. E continuerete a poterlo fare.

Perciò, se siete vittima degli insolenti e non sapete come reagire, oppure se reagite ma non vi sentite affatto bene dopo averlo fatto, perché essere aggressivi non vi piace né tantomeno combattere e litigare, queste contro-strategie sono per voi. E si basano su una logica semplice: non sarà l’altro a dover cambiare, sarete voi a gestire le vostre emozioni al meglio e a indurre nell’altro un cambiamento. Perché non si è deboli, se non si attacca; si è deboli quando si perde il controllo.

Ti sei innamorato di un libro? Condividilo e raccontami perché è speciale e diventerà il prossimo BookBlister consiglio della settimana! Manda una mail a info@bookblister.com

<

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password