Libri a Colacione 18 settembre 2021

 Libri a Colacione 18 settembre 2021

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: Horrorstör di Grady Hendrix e Il pessimo capo di Domitilla Ferrari.

Clicca per il podcast


HORRORSTÖR
di Grady Hendrix, traduzione di Rosa Maria Prencipe, Mondadori, pagine 264

HORRORSTÖR

Orsk è l’ipermercato dell’arredamento tutto americano in salsa scandinava che offre soluzioni di arredo addirittura inferiori ad Ikea che promette “una vita migliore per tutti” e, soprattutto, di dare loro “tutto ciò di cui avevano bisogno”.

Non ci crede granché Amy che qui lavora, svogliatamente, anche se è convinta di fare tutto per il meglio. Non si direbbe, perlomeno non stando alle reazioni di Basil, il suo capo, a cui pare non andare mai bene nulla di ciò che fa lei.

Per questo motivo ecco che quando, insieme con una collega, viene chiamata nell’ufficio del boss, è certa che il licenziamento sia prossimo. Una tragedia per una che è sempre in ritardo con le bollette, una che se non racimolerà immediatamente 600 euro si perderà pure la casa.

Ma Basil non ha affatto intenzione di licenziare né lei né Ruth Ann, la collega. Anzi, sta per chiedere loro un favore. Sì, perché negli ultimi tempi succede qualcosa all’interno di quei 22mila metri quadrati di ipermercato. Atti di vandalismo? Dispetti? Chi può dirlo. Di certo qualcuno rompe i mobili e le suppellettili. E le telecamere che si oscurano nella penombra non sono di alcun aiuto per intercettare il colpevole.

Perciò tocca stare lì anche di notte, tocca fare delle ronde… una specie di pigiama party dice l’inguaribile ottimista Ruth Ann. Peccato che l’atmosfera sia ben poco festosa. C’entrano degli strani sms di aiuto che tutti i dipendenti ricevono da un po’. C’entrano degli incomprensibili graffiti che Amy ha scovato nei bagni.

Insomma dal tramonto all’alba questo ipermercato sarà peggio della peggior casa infestata dai fantasmi… per chi ama le storie horror e magari vuol fare due riflessioni sul nostro bisogno, compulsivo, di fare acquisti.

IL PESSIMO CAPO
di Domitilla Ferrari, Longanesi, pagine 192 anche in ebook

IL PESSIMO CAPO di Domitilla Ferrari, Longanesi

Uno dei tanti buoni motivi per leggere è, senza dubbio, Domitilla Ferrari che oltre a comunicare molto bene è, senza dubbio, è regina del networking. Ma è anche cintura nera di impiego perché – lo scoprirete leggendo le prime pagine di questo manuale di sopravvivenza ai pessimi capi – di lavori ne ha fatti tantissimi. Il che la rende anche molto esperta di capi. Ahimè, verrebbe da dire in certi casi.

Il punto non è sfogarsi ed elencare tutte le rogne con le quali potreste trovarvi – o, peggio, vi trovate – ad avere a che fare. La questione è identificare il tipo di capo di cui la sorte vi ha dotati e provare a disinnescare le sue cattive pratiche per sopravvivere più sereni – anche perché non è certo sempre possibile dare le dimissioni e tentare un’altra strada.

La buona notizia? I cattivi capi per i dipendenti, come i pessimi libri per gli scrittori, possono insegnare moltissimo perché ci mostrano – come il luminol – cosa non va fatto, cosa non è la leadership, come si fa team building, quando e che tipo di complimenti fare, cosa pretendere, come dialogare, come superare i momenti di stress, che atmosfera creare sul luogo di lavoro, cosa aumenta la produttività.

C’è spazio anche per i pessimi uffici! Perché noi lavoriamo per qualcuno ma quasi sempre insieme con qualcuno. E il nostro lavoro migliora se sappiamo fare rete all’interno dell’azienda, se le comunicazioni tra le varie parti sono efficaci e possibili (di solito aiuta il fatto che siano un po’ più informali precisa Ferrari).

Rifletterete molto su quanto diabolico sia il meccanismo della “prima impressione”, della scelta dell’abito – la giacca per esempio – soprattutto quando un capo ti scredita per il modo di porti e vestire. Piccolo spoiler: avrebbe molto senso dare la l’impressione che più vi rappresenta.

Insomma, spesso non puoi sceglierti né il lavoro né il capo, ma puoi scegliere come vivere entrambi. E qui troverete mille spunti per fare il primo passo verso una diversa consapevolezza e una vita lavorativa più serena.

I Libri a Colacione vanno in onda il sabato mattina dopo le 8.30 su Radio 105. Se volate leggere/ascoltare la puntata la trovate qui sul blog e potete recuperare, sempre, il podcast su Spotify, iTunes, Spreaker e Alexa. Alla prossima settimana e buoni libri a tutti!
Annuncio digiqole

Articoli correlati