BlisterNews 8 aprile 2016

#BlisterNews le notizie in breve dal mondo dell’editoria ► Un concorso “verde” per chi ama i racconti e i giardini ► Il ruolo dell’ebook design ► Il digitale nelle scuole americane che ruolo ha? ► Social, influencer, vendite: servono dati e competenze perché…

► NEWS
Stati Uniti. Nell’80 per cento delle scuole il digitale è parte integrante della didattica. Secondo lo studio Digital Content Goes to School, un sondaggio somministrato a 2mila dirigenti, i contenuti digitali occupano circa un terzo nel bilancio del materiale didattico utilizzato e il loro impiego è in crescita. Secondo oltre il 70% questo dipende sia da una pianificazione strategica dell’approccio digitale sia dagli evidenti benefici apportati dalle tecnologie educative. Per esempio? La possibilità di personalizzare l’insegnamento adattandolo alle esigenze dell’allievo. Il problema? Non tutti gli allievi possono accedere a internet da casa e alcuni insegnanti sono tuttora restii a cimentarsi con le nuove tecnologie. Chi le utilizza di più? Insegnanti di letteratura e arte (74%), scienza (62%), matematica (62%) e studi sociali (56%). Quali sono i device? Laptop 75%, tablet 62%, pc 49% e smartphone 17%.

Canada. BookNet Canada è un’organizzazione no-profit che si occupa dello sviluppo di tecnologie e standard al servizio dell’industria canadese del libro e organizza ebookcraft, una conferenza per la comunità degli sviluppatori di ebook e un concorso, So you think you can code, sponsorizzato da Kobo che vorrebbe favorire la realizzazione e lo sviluppo di un prodotto digitale vero e proprio, cioè non della bieca imitazione a schermo del libro cartaceo. Questo sia per promuovere l’ebook, sia per promuovere il ruolo e l’importanzaRebecca Springer winner dell’ebook design. La vincitrice quest’anno è stata Rebecca Springer che si è aggiudicata 2500 dollari, l’iscrizione per un anno ad Adobe Creative Cloud e a FliveDeck (per la creazione di ebook).

Italia. Trovare concorsi letterari interessanti cui partecipare nel nostro Paese spesso è una impresa anzi, un faticoso slalom tra furbetti, tasse di iscrizione e rogne varie. Per questo motivo vi segnalo con piacere il Festival del verde e del paesaggio – manifestazione dedicata all’architettura del paesaggio, al piacere del giardinaggio, alla conoscenza delle piante che promuove la cultura del verde – che organizza il concorso Sotto le foglie (qui trovate il bando). Partecipano i racconti brevi, cioè massimo di 2 cartelle (4000 battute spazi inclusi) e il tema è il giardino, reale, metaforico… I racconti saranno letti e valutati da una giuria composta da Giovanna Salvia, consulente letterario della casa editrice Feltrinelli; Cecilia Ribaldi, responsabile editoriale Notebook – Auditorium Parco della Musica; Donatella Stasio, capo servizio “Il Sole 24 Ore”; Eliana Elia, scrittrice e critica cinematografica. I tre finalisti verranno pubblicati sul sito e il vincitore nella pubblicazione del Festival del Verde e del Paesaggio 2016. Se amate cimentarvi e cercate chi vi legga, date un occhio.

► AGENDA
Nasceva nel 1880 Margherita Sarfatti, fondatrice del gruppo Novecento (Bucci, Dudevrille, Funi, Malerba, Marussing, Oppi, Sironi). Scrittrice, critica letteraria, mecenate. Fu amica, amante (scomoda) di Mussolini di cui fu anche biografa (il suo Dux, pubblicato nel 1925, fu un bestseller internazionale).

È nato oggi, nel 1909, lo scrittore John Fante. Infanzia turbolenta, povertà… un pessimo studente che grazie all’università scopre la scrittura. Un lavoro da sceneggiatore poco amato – ma utile per tirare avanti – è uno scrittore maledetto e a dirlo è uno che ne sa, Charles Bukowski, che lo considera – testuale – un vero Dio. Fante scrive e vive senza lesinare alcunché. Si sposa, ha quattro figli. Si ammala di diabete malattia che gli porterà via le gambe e persino la vista. Lo ricordano tutti per Chiedi alla polvere io penso che il suo capolavoro assoluto sia Full of life.

È il 1975 è un film italiano si porta a casa la statuetta del miglior film straniero alla quarantasettesima edizione dei premi Oscar: si tratta di Amarcord di Federico Fellini.

► LA PUNTURA
Si fa un gran parlare di social e di influencer e di copie vendute e di classifiche… di solito i blogger sono inutilissimi e manovratissimi quando parla un giornalista e, viceversa, quando parla un blogger. Però, ribadiamo che non ci sono numeri di vendite, le classifiche sono stime, Amazon non dà uno straccio di dati e i social non sono solo Twitter (che va male malissimo) né Facebook (essere pieno di utenti non significa funzionare). C’è un mondo fatto di Instagram, YouTube, Periscope, Snapchat e se lo si ignora si è parziali.

► IN LIBRERIA
Quanti libri sono usciti? Da ieri a oggi sono 21. Per la classifica dei più venduti nelle ultime 24 ore: al primo posto La dieta smartfood. In forma e in salute con i 30 cibi che allungano la vita di Eliana Liotta (Rizzoli), al secondo Jo Nesbø con Sole di mezzanotte (Traduzione di E. Kampmann, Einaudi) e al terzo Riina family life di Salvatore Riina (edizioni Anordest).

► PER APPROFONDIRE LE NOTIZIE

Nessun commento ancora

Lascia un commento