Libri a Colacione 25 febbraio 2017

Tornano i consigli da leggere di Tutto Esaurito su Radio 105. Questa settimana: I giorni del silenzio di Paula Treick DeBoard, La figlia femmina di Anna Giurickovic Dato e Il prezzo del sogno di Margherita Giacobino.

Clicca PLAY e ascolta la puntata!

Clicca e leggi il libro.

►VOLTAPAGINA
I giorni del silenzio, Paula Treick DeBoard, traduzione di Maria Gaetana Ferrari, HarperCollins, p. 230 (16 euro) ebook 8,99 euro
Kirsten lo chiama “il senso del luogo” quel richiamo, quella “forza insistente di una calamita sepolta sotto strati d’asfalto” che ti riporta in un posto. Sta tornando a casa Kirsten, in un cantuccio sperduto del Wisconsin, in quello che è il luogo per eccellenza, quello che racchiude la sua infanzia.

Non ci fa ritorno da quando aveva nove anni. Perché? Perché i ricordi rimangono appiccicati ai luoghi in cui sono successi, quindi l’unica soluzione – se sono ricordi terribili – è andare via e seppellire il resto nei meandri della nostra mente. Perché quando aveva 9 anni Kirsten e la sua famiglia sono state coinvolte in qualcosa di orribile. C’entra quella antipatica di Stacey la ragazza di suo fratello Johnny. C’entra quel maledetto incidente d’auto Ma il punto è: c’entra Johnny?

La legge emana la propria sentenza di non colpevolezza ma il tribunale più duro e severo è l’opinione delle persone. E questo verdetto è unanime e implacabile: colpevole. Se vi piacciono le crime story, il thriller e soprattutto amate poter sbirciare nella mente delle persone: leggetelo!

Clicca e leggi il libro.

► DA GUSTARE
La figlia femmina, Anna Giurickovic Dato, Fazi editore, p. 191 (16 euro) ebook 5,99 euro
Mamma, papà e figlia. È un bel triangolo se i vertici fanno il proprio dovere e stanno al proprio posto. Se gli adulti fanno gli adulti e i bambini i bambini. Se le mogli conoscono il proprio ruolo e quello del marito. Se guardarsi negli occhi è pensabile. Se sapere ciò che fa l’altro non diventa impossibile. O, peggio, orribile.

Quello che Giorgio – padre, diplomatico, stimato da tutti – fa a sua figlia Maria – 5 anni – lo scopriamo subito, nelle prime pagine. Il punto è che non è tutto. Tocca aspettare che Maria e sua madre Silvia lascino Rabat e si trasferiscano a Roma. Tocca scoprire perché lo hanno fatto o lo hanno dovuto fare. E capire come mai Silvia ha finto di non vedere o di non capire… O forse non ha capito davvero?

Ce lo racconterà lei stessa. E soprattutto ci racconterà attraverso i suoi occhi cosa significhi scoprire che tua figlia, la tua bambina che adesso è una bellissima adolescente, si comporta come una donna, una ammaliatrice consumata con quello che è il tuo nuovo compagno.

E allora al lettore viene chiesto di fare uno sforzo doppio: capire i carnefici, capire le vittime e non avere una idea chiara di chi siano gli uni e di chi siano gli altri.

Clicca e leggi il libro.

► BELLISSIMI
Il prezzo del sogno, Margherita Giacobino, Mondadori, p. 279 (16 euro) ebook 9,99 euro
Pat, nazionalità americana, residente in svizzera. Anni? 74. Bevitrice, fumatrice. Ammalata di cancro. Pessimo carattere. Immenso talento. “Il suo mestiere era scrivere. Socchiudere le porte del sogno e raccoglierne le voci. Ma scrivere, quest’ansia continua che è la sola medicina a se stessa, è una perenne fuga in avanti, verso il limite e oltre il limite.”

Scrivere è una tensione continua per lei, una tensione verso la possibilità della verità, è provare a dirla una cosa vera e poi, insoddisfatta, riprovare ancora. Pat è Patricia Highsmith, scrittrice complessa che la critica ha poco considerato, gli scrittori e i lettori hanno invece adorato. Considerata una autrice di noir e thriller è stata in realtà una poetessa dell’animo, grandiosa nel tratteggiare personalità, anzi persone vere e proprie e poco importa vivessero solo sulla carta.

Questa è la sua storia. Quella di una ventenne che, negli anni Quaranta, approda a New York e cerca di afferrare la vita e l’amore e il successo. E se da un lato non ha paura di essere ciò che è – indipendente, lesbica e scrittrice – per tutta la vita dovrà fare i conti con l’insoddisfazione. L’imperfezione. E così addio America, addio amori, addio lavori, addio editori…

Scrivere un romanzo trasformando Patricia Highsmith in un personaggio poteva essere una impresa impensabile e impossibile. Per fortuna la Giacobino lo ha scritto e voi potrete leggerlo!

#CITACIONE
Oggi, nel 1964, il grande Cassius Clay (che non si è ancora ribattezzato Muhammad Ali) a soli 22 anni, diventa campione mondiale dei pesi massimi sconfiggendo a Miami Sonny Liston per abbandono alla settima ripresa.

Per ricordarlo ho scelto una frase di Billie Jean King: “Un campione ha paura di perdere, tutti gli altri hanno paura di vincere”.

Alla settima ripresa Sonny Liston abbandona e Clay è campione del mondo dei pesi massimi.

Se hai un libro da consigliarmi, scrivimi! E raccontami perché è speciale e se pensi che sia un Voltapagina, un Libro da Gustare o un Bellissimo. 

5 Risposta

  1. Pat, Svizzera ho capito subito che si trattava della Highsmith, ho letto tutti i suoi libri, anni fa mi scattò proprio una scimmia pazzesca per lei. E’ immensa, e consiglio il meno noto Senza Pietà, Dio, quanto ho amato quel libro. La critica a volte è cieca.
    Un bacione, Chiara.

  2. “Se hai un libro da consigliarmi, scrivimi!” mette davvero soggezione. La possibilità che io possa consigliarti A, un libro che non hai letto, B, un libro fresco di stampa e per di più degno della tua considerazione, è cosa difficile (per me) almeno quanto la programmazione d’un viaggio intergalattico alla volta di Trappist-1. 😀

    • Ma come? Tutti mi consigliano i libri! Amici, librai, scrittori!
      Cambierò la frase: se un libro ti ha conquistato non essere egoista, dammi il titolo!
      Dalla prossima volta leggerai questo e non scherzo! 😉

Lascia un commento