Libri a Colacione 17 luglio 2021

 Libri a Colacione 17 luglio 2021

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Indelebile di Luca Brunoni e Forty di Carla Fiorentino.

Clicca per il podcast


INDELEBILE
di Luca Brunoni, Gabriele Capelli Editore, pagine 144, anche in ebook

INDELEBILE

Quando incontriamo Gionata ha un segreto da rivelarci. C’è qualcosa che forse gli dovremo perdonare, qualcosa che di sicuro dovremo capire meglio.

Di primo acchito ci pare un essere umano in standby. Fa l’operaio, piccoli lavoretti saltuari, nulla che sia troppo impegnativo, non lo vuole un impiego regolare, gli bastano i soldi per tirare avanti, per mangiare e pagare qualche conto. Non è rassegnato, più che altro non avere progetti è il suo progetto.

Eppure c’è stato un tempo in cui pareva tutto limpido, quando c’era un percorso e si poteva sognare di fare e pure di essere felici. Lo studio, gli amici, l’università, un viaggio… Poi qualcosa si è incrinato. Perché alle volte la vita è prepotente, accade qualcosa e il rimorso ti divora e ti ingoia. E non c’è alcun posto in cui tu possa stare e allora cerchi in qualche modo di scomparire.

“Semplicemente, un giorno mi sono reso conto che non era possibile. Andare a Zurigo con Mora, cercare un nuovo coinquilino per l’appartamento, comprare i libri di diritto, cominciare l’università.”

A essere indelebili in questa storia sono i ricordi, qualcosa che torna e ritorna alla mente. Qualcosa che Gionata ha tatuato dentro l’anima e allora tanto vale scriversela sul corpo, un marchio di dolore, una ferita con cui fare i conti.

I guai per lui, però, non sono certo finiti. Stavolta c’entrano certi affari non proprio regolari e anche una ragazza che torna e ha bisogno di aiuto. Perché è incredibile ma più stai nei guai e più ti ci infili, e se vuoi risolverne qualcuno vengono sempre prima quelli degli altri! Ma i propri problemi non scompaiono e, prima o poi, con il passato tocca fare i conti.

Un romanzo di formazione che si tinge di noir, perché ogni storia, ogni esistenza ha i suoi misteri, i suoi personaggi distruttivi e le sue vittime.

FORTY
di Carla Fiorentino, Fandango, pagine 124, anche in ebook

FORTY di Carla Fiorentino, Fandango

Se siete entrati negli anta o siete in procinto di farlo, o conoscete qualcuno che sta per fare il grande passo, a mio avviso avete bisogno di conoscerli. I superpoteri. Quelli per affrontare la vita a quarant’anni. Parlo di doti (vizi e vezzi) che, incredibilmente, alle volte vi appartengono per una naturale inclinazione alla sopravvivenza felice ma soprattutto di abitudini, trucchi e saggezze varie di cui abbiamo un disperato bisogno per cavarcela. O perlomeno per rendere la vita più digeribile.

Partiamo dal primo, dal superpotere del Me ne frego che non vuol dire non mi importa di nulla, semmai non mi devono interessare quelle cose che potrebbero sottrarmi gesti e abitudini che rendono la vita degna d’essere vissuta. Parliamo di piccole iniezioni di gaudio e leggerezza. Me ne frego è padre di tutti i “no” che ci liberano da obblighi e costrizioni inutili. Dalla paura delle conseguenze, dal timore di sembrare qualcosa o di non essere abbastanza qualcos’altro. Occhio, il me ne frego non significa non dare peso alle cose, anzi, vuol dire imparare a valutare ciò che merita attenzione.

Seconda tappa? C’entra con il corpo. Soffrite di malditesta se dormite troppo e se dormite poco vi viene il mal di schiena, poi c’è la cervicale – guai a non asciugarsi più i capelli – per non parlare di quel dolorino insolente al ginocchio destro… se il corpo dà segnali di ribellione, il superpotere è uno solo: camminare.

Sì, quello della deambulazione è un superpotere che può davvero farci sentire bene, addirittura in forma. Appare semplice ma richiede costanza – perlomeno trenta minuti di fila tutti i giorni – e può trasformarci da doloranti catorci in quarantenni felici, liberi degli allenamenti massacranti (che poi tanto smetti) e anche dall’iscrizione selvaggia in palestra (tanto poi non ci vai).

Questo superpotere va a braccetto con il bere bene e il mangiare bene – perché se a trenta ingurgitavi anche il blusgorgatutto adesso ti devi dare una regolata e allora tanto vale scegliere bene – che sono indissolubilmente legati con il sesto, l’acquista con un clic, una sorta di apriti sesamo dei tempi moderni. Parlo della capacità di materializzare qualsiasi oggetto fuori dalla porta di casa; diciamolo un superpotere che regala un certo senso di onnipotenza…

Potrei andare avanti e parlarvi della tana dei quarantenni, del divano, del superpotere di alcuni genitori, del sesso… ma mi fermo qui. E garantisco, alla fine del libro sarete pronti per affrontare i quaranta, più consapevoli o, perlomeno, ci avrete riso su.

I Libri a Colacione vanno in onda il sabato mattina dopo le 8.30 su Radio 105. Se volate leggere/ascoltare la puntata la trovate qui sul blog e potete recuperare, sempre, il podcast su Spotify, iTunes, Spreaker e Alexa. Alla prossima settimana e buoni libri a tutti!
Annuncio digiqole

Articoli correlati