Festa d’estate

E per gli Scelti da voi, ecco la recensione di Andrea Pialorsi.
Come ti avevo scritto in un post, dopo la pausa estiva, eccomi con la recensione del libro che ho appena letto. Si tratta di Festa d’estate, scritto dallo scrittore olandese Remco Campert, un libro scritto più di 50 anni fa ma ancora attualissimo.
In quarta di copertina è riportato: “Io non voglio leggere, voglio vivere!” affermazione non condivisibile dal momento che una attività non pregiudica l’altra, per cui ben venga la vita accompagnata da una buona lettura.
Protagonisti di questo libro sono tre ragazzi, Mees, Boelie e la sedicenne Panda, tre ragazzi la cui storia si svolge in un parco, sotto il sole di una giornata estiva. Qui la più piccola e “indifesa” decide di aggredire un vecchio, un po’ impiccione e forse invidioso della loro spudorata, fresca giovinezza, per rubargli i soldi che tiene nascosti nelle calze.
Questa azione malvagia porterà però a due piacevoli riscontri: il vecchio incontrerà una donna, un’amica del passato che attenuerà la sua condizione di solitudine; e i ragazzi, con il bottino depredato, organizzeranno una grande festa.
Nel libro a contorno della vicenda narrata, sono descritte altre situazioni che vedono protagonisti i tre ragazzi, l’amore ambito, il corteggiamento, lo spreco di tempo, le numerose feste dal momento che non va più di moda andare in vacanza, e altre avventure bizzarre. Una su tutte, il ragazzino che si lancia nel vuoto appeso a un ombrello, rimanendo miracolosamente incolume.
Panda appare una ragazza moderna, stralunata, cinica, con la spudoratezza della sua giovane età, soprattutto libera. Una giovinezza inquieta e leggera, senza morale, che scorre in una dimensione surreale che sembra fuggire alle regole del vivere comune.
Fondamentale per i ragazzi è godersi la vita, consumarla nel loro mondo spensierato, incosciente e superficiale, con la speranza disattesa di soddisfare ambizioni artistiche.
Un libro sempre attuale, senza collocazione temporale, che poteva essere ambientato in qualunque luogo in cui ognuno di noi si può riconoscere protagonista, a ogni età.
Un bel libro, da leggere e da vivere!

Festa d’estate, Remco Campert, traduzione di David Santoro, Elliot, p. 125 (13,50 euro)

<

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password