Tagli pregiati

La crisi è come il Nulla di Fantàsia.
Si sta mangiando persone, sogni e con loro professioni e professionalità. La crisi sta inghiottendo un mondo.
L’editoria, da sempre in affanno, oggi sta vivendo la sua Chernobyl: le riviste chiudono, gli editori chiudono, i giornalisti vengono licenziati, cassaintegrati, rinfilati nei cassetti a far la muffa con le loro parole. Si taglia, si lima. A dirla tutta si elimina.
E le idee?
Quelle restano. Come le passioni.
Per esempio c’è un team di giornalisti – che conosco e apprezzo – che ha ancora qualcosa da dire e condividere.
Perché chi si lamenta è perduto e qui, invece, c’è ancora voglia di dare notizie e raccontare storie.

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password