Un motivo per non festeggiare

 Un motivo per non festeggiare

La festa della donna è una promessa non mantenuta. Un post-it noioso, perché ti ricorda scadenze e inadempimenti in sospeso. C’è insomma troppo da fare per aver voglia di feste e mimose.

Si dice che il grado di civiltà di un Paese si evinca da come vengono trattati carcerati, bambini, malati, anziani… e donne. Quindi domani lavoriamo, è meglio.

(E per un bagno di civiltà: vi consiglio di leggere i commenti al video su You Tube.)

Annuncio digiqole

Articoli correlati

11 Commenti

  • Non ho voglia di leggere i commenti su youtube. Ho persino paura di immaginarli.

  • Ve ne cito uno per tutti:

    “She had wasted all day shopping and gossiping, WTF? And I think it’s not the first time… Her husband worked all day and she just spent the money HE earned.”

    E dubito fosse ironico.

    Cmq, bel video e bello scossone emotivo.

    • Eh, visto che vette di umanità?!
      Mamma mia che pochezza…

      • per il bene dell’umianità a ‘sta gente dovrebbe essere vietato riprodursi

  • Concordo.
    Buona giornata!

  • L’ha ribloggato su esetidicessiche.

  • Anch’io mi astengo da leggere i commenti. Terribile questo video, all’inizio sembrava me,quando mi prendo un giorno di ferie cittadino e sono pigra col caffè, vado in libreria poi arriva il finale e si ribalta tutto. Grazie per averlo postato.

    • Fai bene. Ho smesso anche io al volo, appena ho notato il quoziente intellettivo dell’audience.
      L’ignoranza non serve, va arginata perché contagiosa. Sporca, puzza ed è diseducativa 😉

  • la festa della donna dovrebe essere piu’ consapevolezza di questo, e di quello che tante donne subiscono ogni giorno, non fosse altro per ricordare le donne che sono morte bruciate questo giorno. Non stupidi fiori, e uomini che fanno lo spogliarello…

  • sui commenti di altri uomini cerebrolesi evito di spendere parole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *