Stronzology Amleto de Silva

Libri a Colacione

Puntata del 10-01-05 dei consigli da leggere di Tutto Esaurito! Partiamo con Stronzology di Amleto de Silva, proseguiamo con le novelle di Luca RicciFantasmi dell’aldiquà, e chiudiamo con La Società letteraria di Sella di Lepre di Pasi Ilmari Jääskeläinen. 

Clicca PLAY e ascolta la puntata!


Stronzology Amleto de SilvaVOLTAPAGINA
Stronzology, Amleto De Silva, LiberAria, p. 170 (10 euro)
Natale è passato e possiamo smetterla di essere più buoni. Ma, soprattutto, dobbiamo smetterla di essere tonti. O stupidi, che è peggio. Per farlo il consiglio è di misurarvi con un non-manuale che vi striglierà a dovere. Perché la colpa è nostra, del nostro lassismo, del nostro menefreghismo, del nostro non voler vedere che (leggo): “Il nostro Paese è composto all’ottanta per cento da cretini e al vento per cento da stronzi”. Non solo dobbiamo, e possiamo, individuare questa simpatica categoria che prolifera intorno a noi, ma dobbiamo prendere provvedimenti. Non so se avete mai letto Allegro ma non troppo di Carlo Cipolla che ci illuminava sulle leggi fondamentali della stupidità umana, ecco, lì il problema era individuare gli stupidi – gente che fa male agli altri e mentre lo fa danneggia pure se stessa – per limitare i danni, qui il problema è individuare e accettare che gli stronzi esistono. Senza falsi buonismi. Perché? Perché lo stronzo è quello che emerge dalla massa e ci riesce perché può contare sulla complicità dei cretini che lo lasciano fare. Alle volte, addirittura, lo adulano per la sua capacità, le sue nefandezze! Il problema è che essi erodono il bello e abbassano la qualità della nostra vita. Perciò nel 2015, fatemi il favore di stanarli, sbugiardarli ed eliminarli dalla vostra esistenza! Grazie.

DA GUSTAREScreenshot 2015-01-12 10.01.08
Fantasmi dell’aldiquà, Luca Ricci, La scuola di Pitagora editrice, p. 110 (10 euro)
I racconti sono una forma di perfezione narrativa che da sempre mi cattura perché chi ha il “fiato” per cimentarsi deve fare un doppio gesto artistico: creare e rimuovere. Creare in levare, che solo a pensarci dà le vertigini… Luca Ricci è uno dei migliori scrittori di racconti che abbiamo in Italia e qui trovate dodici novelle alcune inedite, alcune rielaborate ma precedentemente pubblicate, e in ciascuna si ha la sensazione di essere cacciati dentro un imbuto: dritti verso la chiusa. Siamo in luoghi non meglio precisati, con personaggi che un nome neppure ce l’anno (hanno un ruolo: madre, marito, figlio…) eppure leggendo, saprete tutto di questi fantasmi terreni e delle loro patologie – bugie, tradimenti, insoddifazioni… – e della loro quotidianità imbevuta di soprannaturale e mistero. Delle case che popolano. Perché sono racconti domestici, hanno per confine i muri, i tetti, le porte, le staccionate dei giardini. La brevità è insomma anche spaziale, territoriale e numerica, ché i protagonisti sono sempre due, una coppia, o una famiglia. E l’incredibile è che in questa misura, di geometrie e parole, il mondo si dischiude: ogni intreccio è un la che regala una eco sorprendente. E “fantastico”, insomma, non è solo una definizione di genere.

La Società letteraria di Sella di Lepre, Pasi Ilmari JääskeläinenBELLISSIMI
La Società letteraria di Sella di Lepre, Pasi Ilmari Jääskeläinen, traduzione di Marcello Ganassini, Salani, p. 330 (9,50 euro) ebook (7,99)
Tutto, in questa storia, comincia con un tema in classe. Ella, supplente ventiseienne nel liceo Sella di Lepre, si trova di fronte a una curiosità niente male: un grande classico di Dostoeskij, Delitto e Castigo, infatti, è stato stravolto. Cioè il finale è cambiato. E lo scopre appunto leggendo il tema di un suo alunno, mica uno sbadato, perché lui, il libro, lo ha letto così perché il libro è proprio scritto così! Ed ecco che allora Ella corre alla biblioteca della città per capire cosa diavolo sia accaduto. E i libri stravolti, diciamo così, sono diversi. La bibliotecaria (e scrittrice) Ingrid Kissala però non sembra interessata a darle spiegazioni plausibili. Nel frattempo Ella viene invitata a entrare Società letteraria di Sella di Lepre, creata da una scrittrice molto nota, Laura Lumikko, peccato che la nostra scrittrice svanisca nel nulla. E così la protagonista dovrà capire quali misteri si nascondano dietro questa organizzazione letteraria, dove diavolo sia finita la sua fondatrice e perché i libri si trasformino. Un romanzo con un ritmo strepitoso che procede con continui ribaltamenti e colpi di scena, per tutti quelli che come medicina, prediligono dosi generose di “incredibile”.

<

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password