Ricky Gervais: Squali, nazisti e Nietzsche

 Ricky Gervais: Squali, nazisti e Nietzsche

Comico, attore, sceneggiatore, produttore. Ricky Gervais ama giocare col fuoco – battute politicamente scorrette, frecciate ai vip, argomenti tabu – convinto che si possa scherzare su tutto.

Nel 2011 conducendo i Golden Globes ci ha dato dentro di brutto. Se guardate il video, ridono tutti. Il giorno dopo, però, tutti hanno chiamato l’avvocato. L’anno dopo riecco Gervais ai Golden Globe, ché gli americani ti danno una seconda occasione ma prendono anche delle precauzioni. Infatti, la Hollywood Foreign Press gli ha consegnato una lista degli argomenti tabu. E lui ci ha costruito sopra la serata.

“Mi hanno chiamato per fare il mio lavoro e non credo di aver fatto nulla di sbagliato” ha detto a Piers Morgan dopo le polemiche seguite alla sua conduzione. “Punzecchiavo quelle persone (…) Johnny Depp è uno dei più famosi, ricchi, amati e belli della terra. E sono sicuro che abbia senso dell’umorismo. Altrimenti, sono tutte cose sprecate”. E buona notte.

Annuncio digiqole

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *