La ragazza del treno – Paula Hawkins

Rieccolo, in forma più che mai, è  © Aldo Costa, il nostro recensore atipico che stavolta se la vede con il pregiudizio del cretino… leggendo La ragazza del treno di Paula Hawkins.

Molto bello. Io me lo sono rovinato un po’ leggendolo con occhio ipercritico. Cercavo l’errore, la banalità, l’imperfezione, il dejà vu, il personaggio farlocco o quel qualunque cosa che me lo smontasse.

Perché? Perché soffro di una forma cronica del “pregiudizio del cretino” o “dello snob”, una sindrome ben nota in molti ambienti. Questo difetto comportamentale costringe la persona affetta a evitare per quanto possibile ciò che ha successo di massa, quello che piace a tutti, perché se piace a tutti non può valere molto. Se è primo in classifica sarà perché è raccomandato, sarà merito della pubblicità oppure è facile che l’autrice l’abbia data a qualcuno. Cose così, insomma.

Invece La ragazza del treno fila come un Frecciarossa, senza intoppi, e ti fa scendere soltanto alla parola fine. Scritto in prima persona, sviluppa la storia alternando tre diversi punti di vista, tutti femminili, senza confondere il passeggero nemmeno una volta.

Poco prima di entrare in stazione arriva persino il salto delle righe. Dicesi “salto delle righe” quel particolare singhiozzo che prende quando la tensione è particolarmente alta e allora si salta qualche parola o qualche riga per diminuire la pressione e sapere subito come si risolve la cosa. A un thriller non si può chiedere altro. Per cui, se volete partire, prenotate: raccomando un posto vicino al finestrino. Leggetelo e capirete perché.

La ragazza del treno, Paula Hawkins, traduzione di Barbara Porteri, Piemme, p. 168 ebook

<

21 Commenti

  • Meri Reply

    9 Settembre 2015 at 11:43

    Libro avvincente e scritto benissimo!!!

  • sandra Reply

    9 Settembre 2015 at 12:32

    Nooo, Aldo, avevi promesso una demolizione! Tocca proprio comprarlo adesso. BACIO

  • sandra Reply

    9 Settembre 2015 at 14:00

    Scusate, scusate, oltre al recensore atipico questo blog ospita spesso, diciamo sempre, anche la commentatrice stalker, il prezzo del cartaceo non 12 euri, ma 19.50 ho fatto una ricerca per trovarlo in svendita e mi è caduto l’occhio sul prezzo qui.

  • Barbara Reply

    9 Settembre 2015 at 15:39

    Oh caspita! Il demolitore che viene demolito…da una buona lettura! 🙂
    Ho capito, metto il libro in lista, magari per Natale (che prima son già sommersa).
    …comunque il pregiudizio del cretino ce l’ho anch’io. Quando un libro è troppo pompato, anche se me lo regalano, aspetto che la bolla si sgonfi prima di leggerlo.
    Per evitare che il giudizio sia inficiato dai rumors.
    Al momento ne conto solo una decina che si son salvati.

  • Rosa per caso Reply

    9 Settembre 2015 at 15:44

    È in lista da un po’, ora tocca proprio leggerlo! 🙂

  • LatoLettura Reply

    12 Settembre 2015 at 22:30

    NON SO VOI, MA QUESTO S’ UN VALIDO MOTIVO PER LEGGERLO:

    https://librilettura.wordpress.com/2015/09/12/libro-la-ragazza-del-treno-va-letto/

  • El cugino del P... Reply

    15 Settembre 2015 at 17:32

    Scusassero tutti i lor signori incruattati a cui ci chiedo: è possibbole leggere il suscittato libbro senza prenotare un posto azzeccato al finestrino? Cioè, vengo meglio a dire: posso leggermelo schiattato nel letto come faccio ultimamente (che non ho niente da fare e quindi non esco più ché non ho un soldo nemmeno per un regionale – figurati un treno vero e proprio che mi piacerebbe sì prendere… ma di schiena)? Così… Chiedo…

    • Chiara Beretta Mazzotta Reply

      15 Settembre 2015 at 17:40

      Ah, sì. Secondo me si può fare. E niente treni di schiena, mi raccomando! Come faremmo senza chicche come “stì signori incruattati” (cit. Mario Merola, O’ zappatore) 😉

  • irenina77 Reply

    27 Settembre 2015 at 11:02

    Io l’ho comprato dopo aver letto la recensione. Vi prego: ditemi che il bello arriva dopo pag 184, altrimenti lo mollo subito : (

  • irenina77 Reply

    2 Ottobre 2015 at 9:21

    Non ce l’ho fatta: i DICIANNOVEEUROECINQUANTACENTESIMI spesi mi hanno impedito di abbandonarlo. Purtroppo per me, ho trovato il finale ancora più deludente di tutto resto.
    Mi permetto di consigliarti la lettura di “Topi” di Gordon Reece.

    • Chiara Beretta Mazzotta Reply

      2 Ottobre 2015 at 9:34

      Dai un disastro su tutta la linea. Non posso che fare meglio al prossimo 😉 E grazie per la segnalazione!

  • Altro che San Lorenzo! Stellari sono gli “stipendi” di alcuni scrittori - BookBlister Reply

    10 Agosto 2016 at 15:36

    […] Colpa delle stelle romanzo portato al cinema da Josh Boone) e Paula Hawkins con il super bestseller La ragazza del treno che a ottobre sarà nelle sale americane nel film diretto da Tate Taylor. Quanto hanno incassato? […]

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password