Divorzio alla cinese – Zhenyun Liu

 Divorzio alla cinese – Zhenyun Liu
Autore: Zhenyun Liu
Traduzione di Maria Gottardo e Monica Morzenti
Casa editrice: Bompiani
287 pagine
Compra adesso

Compra subito

“Voglio divorziare,” rispose Li Xuelian.
“Perché vuole divorziare? Non andate d’accordo?” chiese Wang Gongdao.
“Peggio,” rispose Li Xuelian.
“C’è di mezzo un’amante?”
“Peggio.”
“Non saremo all’omicidio, spero.”
“Se lei non fa qualcosa, torno a casa e lo ammazzo.”

Se pensate che questo sia un giallo o una nera vicenda familiare, sbagliate, in parte… È molto peggio. È un viaggio incredibile nelle leggi cinesi, soprattutto una, tanto barbara che da noi, solo a pensarci, parrebbe una cosa piovuta da un altro pianeta. Parlo del fatto che in Cina non si possono avere due figli.

Ed ecco che quando Li scopre di aspettare il suo secondo bambino da Qin Yuhe sprofonda nella disperazione. Tenerlo significherebbe infatti trasformarsi in criminali. Ma la soluzione c’è. Per quanto possa sembrare assurdo, basta divorziare prima che nasca il bambino. Sì, perché se due persone, ciascuna con un figlio, si sposano non vanno in contro ad alcuna sanzione.

Tutto risolto? Eh no, perché il marito di Li, non appena i due divorziano, sapete che cosa fa? Si risposa con un’altra donna per giunta incinta! Se vi lamentate della burocrazia italiana dopo aver letto questa storia incredibilmente tragicomica, vi parrà di abitare in Paradiso. Per chi ama le protagoniste pronte a tutto e per chi lotta per la parola “giustizia”.

Annuncio digiqole

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *