Federica D’Amato

Federica D’Amato – A imitazione dell’acqua

A imitazione dell’acqua di Federica D’Amato è la scelta della settimana per “DiVersi, solo le cose inutili sono poetiche” di Elisabetta Bucciarelli che stavolta vede… blu! 

Federica D’Amato - A imitazione dell’acqua - Nottetempo
Autore: Federica D’Amato
Casa editrice: Nottetempo
Compra subito

Infilando il mare in una buca
coi riccetti chiari sul bagnasciuga
lo avevo capito, sai, ormai lo sapevo
che l’amore dei poeti
è blu come il sud della Francia,
blu come i vestiti del sabato

è blu come tu sei blu
quando ritorni.

L’amore dei poeti è blu. Come il cielo, come l’acqua. E quella del mare possiede un movimento costante e continuo, capace di richiamare la mancanza e il ritorno, che si alternano, instancabili nel corso di tutta la vita.

Succede quindi che alle voragini dell’assenza segua la pienezza di un sabato, tra i vestiti della festa, l’aria di Francia e il colore saturo. Tutto blu. Come il cielo e come l’acqua. E l’acqua, come la poesia, può tracciare sentieri di comunicazione tra noi e noi, tra noi e gli altri, scongiura l’abbandono e crea cambiamenti nella materia. Anche in quella sognata, attesa, aspirata. Le parole e quindi anche i versi, mutano e si adattano, prendono la nostra forma, se siamo in grado di accoglierle e di lasciarle libere di fluire, come un liquido appunto, come l’acqua, da tutte le parti, dentro di noi.

Il libro di Federica D’Amato l’ho acquistato dall’editore Nottetempo, a Roma, dentro la Nuvola di Fuksas, durante l’ultima edizione di Più Libri Più Liberi.

Federica D’Amato (1984) si occupa di letteratura e lavora nel campo dell’arte e del giornalismo. Ha pubblicato le raccolte di poesia La dolorosa (Opera, 2008), Poesie a Comitò (Noubs, 2011), Avere trent’anni (finalista Premio Frascati; Ianieri 2013); l’edizione italiana di Il libro dell’amico e dell’amato di Ramon Llull (Qiqajon, 2016) e l’edizione italiana di Dove diavolo sei stato? di Tom Carver (Ianieri, 2012); il libro-dialogo con Davide Rondoni, I termini dell’amore (CartaCanta, 2016) e il saggio epistolare Lettere al Padre (Ianieri, 2016). Con Il Libro dell’amico e dell’amato ha partecipato alla XX edizione del Festivaletteratura di Mantova. Nel 2017 pubblicherà il libro di pensieri e aforismi Un anno e a capo (Galaad Edizioni) e la raccolta di poesie  A imitazione dell’acqua (Nottetempo Edizioni). La biografia completa è sul sito dell’autrice.

Elisabetta Bucciarelli53 Posts

Elisabetta Bucciarelli è nata a Milano, città dove vive e lavora con la scrittura. Ha firmato saggi, sceneggiature, pièce teatrali e romanzi. Ha cominciato a pubblicare racconti a vent’anni, su riviste, quotidiani e antologie, per poi firmare il ciclo di romanzi dell’ispettrice Vergani (Mursia, Kowalski/Feltrinelli, E/O) con cui vince il prestigioso premio Giorgio Scerbanenco per il migliore noir italiano. Sceglie di partecipare a progetti editoriali di avanguardia, all’interno dei quali nascono il romanzo di ecomafia Corpi di scarto (Verdenero, 2011) premio Lucia Prioreschi/il Tirreno, l’audiodramma L’etica del parcheggio abusivo (Autorevole Fonderia Mercury e poi pubblicato da Feltrinelli 2013 e in traccia audio per Salani) e La resistenza del maschio (Viceversa di NNE) ristampato a due mesi dall’uscita. Scrive testi d’arte e collabora con testate giornalistiche italiane e straniere. Conduce laboratori di scrittura espressiva e sensoriale e si occupa di formazione. Il suo ultimo romanzo si intitola "Chi ha bisogno di te", Skira editore.

<

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password