Libri a Colacione 13 gennaio 2018

Libri a Colacione 13 gennaio 2018

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica dei libri di Tutto Esaurito su Radio 105! Ecco i BookBlister consigli della settimana: Travolti dal caso di Joseph Mazur e Il bosco addormentato di Rebecca Dautremer.


Vuoi ascoltare la puntata? Ecco il podcast!


TRAVOLTI DAL CASO
di Joseph Mazur, traduzione di Elisa Faravelli, il Saggiatore, pagine 227

 TRAVOLTI DAL CASO di Joseph Mazur, traduzione di Elisa Faravelli, il Saggiatore,

Lo avete mai fatto il gioco del se? E se quella volta non avessi fatto o detto una certa cosa? Avrei evitato oppure no un evento spiacevole? Mi sarei perso quell’occasione che mi ha del tutto cambiato la vita? Il destino da sempre ci affascina e atterrisce. Altrettanto sorprendenti sono i sincronismi: desiderare qualcosa che poi si avvera, pensare a qualcuno che non vedi da 20 anni e incontrarlo girando l’angolo…

Le nostre decisioni ai bivi e agli incroci, in un dedalo di contingenze e coincidenze, determinano i nostri destini, in modo da massimizzare i piaceri e minimizzare gli insuccessi dinanzi a tutto ciò che la vita ci scaglia addosso. Le coincidenze producono ottimi racconti.

Le coincidenze! Sono per noi esseri umani eventi magici, sorprendenti, perfetti per diventare un racconto un aneddoto da ricordare. Le coincidenze ottengono attenzione perché danno l’illusione a chi parla e a chi ascolta che ci sia un filo logico che lega gli eventi tra loro, una oscura e misteriosa volontà che ci unisce, tutti.

Coincidenza: una sorprendente concomitanza di eventi o circostanze tra loro confacenti o aventi un significato l’uno in relazione dell’altro ma tra cui non esiste un’evidente connessione casuale.

Il punto? È che questi eventi possono essere invece guardati e raccontati da un punto di vista ben più rigoroso: la matematica e la statistica. Possono essere misurati, si possono valutare in termini di probabilità e frequenza e considerati, semplicemente come la conseguenza di vivere in un mondo enorme fatto di una quantità impressionante di possibilità casuali, un mondo in cui più di 7 miliardi di persone, ogni secondo, prendono decisioni che generano altrettanti risultati.

Questo libro è una raccolta di straordinari incontri e di storie fantasmagoriche che ci rammentano quanto il mondo sia effettivamente enorme e piccolo allo stesso tempo.

Scoprirete rompicapi controintuitivi (per esempio, in un qualunque gruppo di 23 persone c’è più del 50% di probabilità che due membri del gruppo compiano gli anni lo stesso giorno) e quesiti strampalati (se avesse a disposizione abbastanza tempo, una scimmia – battendo a caso sulla tastiera – potrebbe comporre la prima riga di un sonetto di Shakespeare?). Vi farete domande e otterrete molte risposte.

Alla base di tutto c’è la legge dei “grandi numeri”, una massima filosofica che ci dice che “se esiste una probabilità, anche minima, che una cosa accada, allora prima o poi è destinata ad accadere”.

Il testo è diviso in quattro parti: nella prima si trovano storie di coincidenze curiose, nella seconda ci sono gli strumenti e la matematica necessari per studiare questi casi e la loro probabilità, nel terzo si riprendono le storie della prima parte e si analizzano con gli strumenti di cui adesso disponiamo. E nell’ultima parte? Una serie di aneddoti e narrazioni che sfuggono all’analisi.

Insomma alla fine del libro guarderete alle coincidenze in modo nuovo: saranno fatti che avevano una determinata probabilità matematica di verificarsi. Alle volte, però, anche l’autore si arrende al destino perché anche con tutta la buona volontà le spiegazioni razionali risulterebbero davvero deboli… quindi sì, un pizzico di magia e mistero fanno proprio parte della nostra vita!

IL BOSCO ADDORMENTATO
di Rebecca Dautremer, traduzione di Francesca Mazzurana, Rizzoli, pagine 34

Il bosco addormentato, di Rebecca Dautremer, traduzione di Francesca Mazzurana, Rizzoli

Questa storia si apre con due personaggi che parlano. In realtà uno parla, l’altro – un giovane – ascolta soltanto. E mentre il primo racconta, camminano e si avvicinano a una città. E noi li vediamo muoversi per la pagina, due figure a matita, immerse nel bianco. Ciò che vedono, invece è una esplosione di colori e dettagli.

Vagano per le strade e le piazze di un paese ma il mondo in cui si muovono è molto silenzioso. Troppo. Perché non accade nulla intorno a loro a eccezione del rumore del vento. Sembra che il tempo sia congelato!

A dire il vero a guardarle da lontano queste persone sembrano morte… ma basta ascoltare meglio. Perché se si presta orecchio, si può sentire respirare: sbuffano e russano. Dormono! Tutti. Da cento anni. Pare che sia colpa di un sortilegio, ma ci saranno poi davvero i sortilegi si chiede il narratore? O stanno facendo finta?

Il bosco addormentato, di Rebecca Dautremer, traduzione di Francesca Mazzurana, Rizzoli

No, in realtà aspettano che succeda qualcosa, che accada una magia capace di sciogliere l’incantesimo. Una cosa semplice si dice l’uomo, anche se non ricorda bene di che cosa si tratti… ah sì, forse era un bacio?!

Se questa storia vi ricorda La Bella addormentata nel bosco, l’indimenticabile fiaba riscritta sia da Charles Perrault sia dai fratelli Grimm, non vi sbagliate affatto: è proprio lei! Una versione meravigliosa e poetica, scritta e illustrata da una grande artista che ha la capacità di confrontarsi con un soggetto tanto noto (e trito) e di regalargli una luce del tutto nuova.

Per esempio di far sì che sotto alla bellezza delle illustrazioni si insinui qualcosa… serpeggia una lieve inquietudine e il lettore avverte un brivido. Chi è il giovane accanto al narratore? Ma certo, è il principe! E spetta a lui il gesto, la fatica di cambiare le cose.

Il bosco addormentato, di Rebecca Dautremer, traduzione di Francesca Mazzurana, Rizzoli

Lo farà? Deciderà di impegnarsi? Di prendersi questa responsabilità? Leggete e lo scoprirete. (Il libro è indicato per i bambini al di sopra dei 5 anni, a mio avviso è per “bambini” grandi, bambini che possono riflettere sul ruolo degli stereotipi, su ciò che le persone si aspettano da noi, sul sacrificio che certe scelte impongono).

Ti sei innamorato di un libro? Scrivimi a info@bookblister.com e raccontami perché è speciale e diventerà il prossimo BookBlister consiglio!

<

1 Commento

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password