Libri a Colacione 5 maggio 2018

Libri a Colacione 5 maggio 2018

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica dei libri di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: The Four. I Padroni di Scott Galloway e L’Orso di Claire Cameron.


Vuoi ascoltare la puntata? Ecco il podcast!


THE FOUR. I PADRONI
di Scott Galloway, traduzione di Ilaria Katerinov, Hoepli, pagine 328, anche in ebook

THE FOUR. I PADRONI di Scott Galloway, traduzione di Ilaria Katerinov, Hoepli

Chi possiede il mondo? Di sicuro sappiamo chi lo domina. Le quattro aziende più influenti al momento nel pianeta: Amazon, Apple, Facebook e Google.

Sappiamo chi sono, riconosciamo i loro loghi. Intuiamo il loro potere e lo riteniamo frutto del loro prestigio. Li lasciamo entrare nelle nostre case perché fanno parte della nostra vita: adoperiamo i loro prodotti o usiamo quotidianamente i loro servizi.

Sappiamo, però, chi sono davvero questi giganti? Ci ricordiamo da dove sono partiti e come mantengono il loro ruolo?

Facciamo un piccolo ripasso. Il 44% degli americani possiede una pistola, il 52% ha un account Amazon Prime. Ma da dove ha iniziato Amazon? Dal prodotto più rassicurante: i libri. E ha subito puntato sull’efficienza: consegne rapidissime e sconti. Come? Creando Amazon Marketplace e ingolosendo i venditori con la promessa di una clientela infinita. Poi ha dettato le sue condizioni e continua a farlo, giorno dopo giorno. Fino a che punto?

Apple non è un marchio è una religione, con tanto di divinità: Steve Jobs, considerato un genio della comunicazione e dell’innovazione. In realtà, a detta di molti, la sua scomparsa è stata benefica per l’azienda che, grazie a Tim Cook, ha ritrovato equilibrio e profitti (e pare anche un diverso clima di lavoro… un bullo, questo si diceva di Jobs). Ciò che vedono i clienti quando osservano un iPhone o un Mac? Qualità, lusso. Esclusività. Quando compri un prodotto Apple, compri una emozione.

Una persona su sei usa Facebook ogni giorno. Lo usa perché interagisce, comunica. Ha diritto di parola. E tutto questo, semplicemente, lo rende felice. L’utente crede che sia necessario e utile usare questo social e non si preoccupa troppo dei dati che dissemina nella piattaforma (lo scandalo Cambridge Analitica ha cambiato le cose, però). Ciò che dobbiamo capire: nessuna piattaforma conosce i suoi consumatori meglio di Facebook. E questi dati come vengono adoperati?

Una persona che conosce tutte le risposte è un sapiente? Di certo i bambini pongono le proprie domande ai genitori, ritenendoli la chiave di accesso alla conoscenza. Finché non scoprono Google! Un saggio generoso, attivo 24 ore su 24. Peccato che anche lui non sia gratuito né democratico. Lo sanno bene le aziende: se paghi, la tua “risposta” viene prima delle altre. La verità oggi la compri e la posizioni a tuo piacimento. Quindi cosa fa per davvero Google?

Non sono certo dubbi e domande da poco. In questo momento storico discutiamo tanto di privacy e di condivisione dei dati… quindi dobbiamo per forza parlare di questi quattro colossi perché sono loro i padroni indiscussi dei dati. Li prendono, li vendono, li manipolano. Non li rubano, no, perché siamo noi a fornirglieli costantemente, gratuitamente.

Se vogliamo capire come funziona il mondo, se vogliamo provare a intuire cosa accadrà nel futuro dobbiamo necessariamente fare i conti con queste realtà che hanno rivoluzionato le nostre vite. È un modo anche per imparare tante strategie di marketing e di comunicazione. È un po’ come smontare la Sei curioso di scoprire chi e come ha rivoluzionato le nostre vite.

L’ORSO
di Claire Cameron, traduzione di Alessandra Osti, Sem, pagine 207

L’ORSO di Claire Cameron, traduzione di Alessandra Osti, Sem,

Un isolotto sul lago Opeongo, in Canada. Una radura meravigliosa, perfetta per campeggiare. E qui si è sistemata la famiglia protagonista di questa storia. Mamma, papà e due bambini. Anna, 5 anni e suo fratellino Stick che di anni ne ha quasi tre.

È sera, ed è il momento di andare a dormire. Ce lo racconta Anna – la sorprendente voce narrante – che entra nella propria tenga con il fratellino e si mette a dormire, mentre mamma e papà stanno ancora preparandosi da mangiare.

 La luna scambierà posto con il sole e avrà una coda che si vede sull’acqua. L’acqua non fa più ciac ciac ciac. Adesso se ne sta tranquilla nel lago, perché dorme. Vicino all’acqua molto lontano da me, vedo due ombre. Sento dei sussurri che sono mamma e papà e stanno ridendo.

Ma ecco che il rumore rassicurante della notte viene spezzato da delle grida. È la mamma ma Anna lo sa che lei non grida mai, quasi mai. Mai così.

Fatica ad aprire gli occhi, Anna, poi si sente afferrare. Lei e la sua bambola Gwen sono strette, troppo strette, tra le braccia del papà che corre e urla e si agita. Anna non lo capisce quello che dice, ma c’è baccano e trambusto e disordine tutt’intorno…

Il papà mette Anna dentro Coleman, che è un contenitore che usano per il cibo, c’è anche il piccolo Stick, poi lo chiude avendo cura di fermare il coperchio con un sasso, così che i bambini possano respirare. E spera di poterli salvare i suoi bambini. Perché quello che i piccoli non possono capire, quello che non hanno visto è che un orso, un bestione da 140 chili ha appena attaccato mamma e papà.

Sento la mamma che urla e tengo gli occhi chiusi. I sogni non sono veri. Lo so perché la mia mamma non urla. Ha una voce dolce che sembra un giglio e che sa di biscotti con la glassa a Natale quando ci metti gli zuccherini colorati.

Rimangono al riparo tutta la notte Anna e Stick, poi con la luce scoprono che qualcosa di orribile è successo. Papà non c’è, la mamma è ferita, non si muove, parla a stento. Ma con la voce che le resta chiede ad Anna di fare la brava. Le chiede di prendere suo fratello, di salire sulla canoa e andarsene, subito. Glielo chiede come quando deve mettere in ordine. E Anna lo capisce che deve obbedire.

Ma questo è solo l’inizio perché tocca sopravvivere da soli nella natura.

Ti sei innamorato di un libro? Condividilo e raccontami perché è speciale e diventerà il prossimo BookBlister consiglio della settimana! Manda una mail a info@bookblister.com
<

1 Commento

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password