Due come loro – Marco Marsullo
Autore: Marco Marsullo
Casa editrice: Einaudi
208 pagine
Compra adesso

Due come loro – Marco Marsullo

C’è un uomo in piedi su un cornicione, sotto di lui sei piani “una fila di platani verdi, i bar nel pieno dell’aperitivo, i negozi che chiudono uno alla volta”. Questo tizio avrà circa cinquant’anni, indossa una camicia grigia e un completo blu scuro. È stato licenziato in tronco, doveva essere un successo la sua operazione e invece no… un disastro completo. Lavoro svanito, senza contare che la sua donna lo tradisce (con il fratello) insomma pare un cliché della sfortuna su due piedi.

Dietro di lui c’è un altro uomo, indossa jeans e una giacca di pelle nera, è sulla trentina e fuma impaziente. “Facciamo l’alba?” gli chiede indispettito ma mica è così facile, gli risponde l’aspirante suicida.

Sì, perché Shep fa un lavoro particolare… alle donne per rimorchiarle dice che fa la controfigura ma il suo lavoro, quello vero, è decisamente più estremo. Ogni mese riceve infatti una lista che contiene: nomi, luoghi e date. Di che cosa? Si tratta della lista delle persone che si suicideranno, dove e quando.

Il punto è che teoricamente il capo di Shep sarebbe Dio, quindi il suo compito dovrebbe essere quello di salvarli gli aspiranti suicidi ma si dà il caso che il nostro eroe sia un doppiogiochista e lavori pure per il Diavolo. Quindi, di volta in volta, Shep decide cosa fare: se salvare il suicida, oppure no.

Il guaio è che anche Shep ha i suoi problemi. Uno soprattutto di nome Viola. È la sua ex fidanzata e lui è ancora completamente, dannatamente innamorato di questa donna. Capirete la sua sorpresa quando nella lista degli aspiranti suicidi compare il nome del nuovo fidanzato di Viola.

E Pino Moneta non è proprio un granché: quarant’anni, avvocato, stempiato… uno che lo sposi e ti senti al sicuro, forse, e infatti Viola lo sta per sposare. Quale occasione migliore per liberarsi del rivale agevolando – o meglio, non ostacolando – la sua dipartita? Il guaio è che il secondo problema di Shep è che è un tipo curioso: perché mai un tizio piatto e banale come questo desidera farsi fuori? Bisogna indagare e lui lo farà.

<

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password