Libri a Colacione 1 dicembre 2018

Libri a Colacione 1 dicembre 2018

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: Il nido di Tim Winton e 21 lezioni per il XXI secolo di Yuval Noah Harari.


Vuoi ascoltare la puntata? Ecco il podcast!


IL NIDO
di Tim Winton, traduzione di Stefano Tummolini, Fazi, pagine 442, anche in ebook

IL NIDO di Tim Winton, traduzione di Stefano Tummolini, Fazi, pagine 442, anche in ebook

Siamo in Australia e quello scelto da Tom Keely, non sembra affatto un “nido”. Lui è un ex reporter ed attivista ambientalista. E vive in un appartamento angusto che si trova in cima al grattacielo Mirador di Fremantle. Pare più che altro la tana di una bestia ferita.

Qui Tom si è infatti rinchiuso dopo aver perso tutto: famiglia, lavoro, prestigio e reputazione. Tira avanti ingurgitando cibo spazzatura, alcol e pasticche, sedativi soprattutto…

Lasciare il mondo fuori, però, non è una impresa da poco perché, alle volte, il mondo chiede attenzione. Tom scopre, infatti, che nell’appartamento accanto al suo abita Gemma. Curioso perché Gemma, quando era un ragazzo, era la sua vicina di casa.

La donna vive insieme con Kai, un bambino di 6 anni, suo nipote. Un ragazzetto davvero molto sveglio ma anche gracile e pieno di paure un po’ strambe e parecchio minacciose.

Per Gemma e Tom i contatti quotidiani sono la scusa per evocare i ricordi, parlare, discutere… gli incontri con Kai sono invece una occasione per crescere. Tom non è un padre, neppure ipotetico, è un adulto che deve cambiare per diventare grande sul serio. Anche il suo piccolo amico deve crescere e imparare a fare i conti con la vita.

Questi due si somigliano in effetti, sono svegli, chiusi e a entrambi è mancato un padre. Ecco una curiosa educazione sentimentale, un romanzo lisergico e sorprendente.

21 LEZIONI PER IL XXI SECOLO
di Yuval Noah Harari, Bompiani, traduzione di Marco Piani, pagine 524, anche in ebook

21 LEZIONI PER IL XXI SECOLO di Yuval Noah Harari, Bompiani, traduzione di Marco Piani

Siamo tutti molto impegnati. Impegnati a vivere, a sopravvivere. A mettere insieme il pranzo con la cena, a conservare il lavoro, a educare i nostri figli…

E non abbiamo tempo. Spesso non ne abbiamo per i nostri amici, figurarsi se ne abbiamo per la politica e climate change!

Però, ogni giorno, mentre siamo impegnati a fare altro, qualcuno è impegnato a prendere decisioni che avranno un peso sulle nostre vite, spesso molto significativo. Non solo. Ogni giorno, mentre siamo impegnati a vivere, le nostre azioni e decisioni ricadono, non solo sulla nostra famiglia e sulla comunità, ma anche sulle persone che abitano dall’altra parte del globo.

La dieta che scegliamo ricade sulla qualità della vita e del lavoro del contadino in Amazzonia, i vestiti che decidiamo di indossare influenzano l’esistenza della donna che li ha cuciti in Pakistan. Niente di quello che facciamo è esente da effetti.

Ma, spesso, non siamo capaci di leggere le “cause”. Ci moviamo in un mondo oscuro, fatto di leggi e regole che non conosciamo, o in un mondo fintamente semplice, preda di stereotipi, complottismi e fake news.

Quindi fermarsi e provare a capire che cosa accade oggi, quali saranno le sfide di domani non è cosa da poco. Harari fa questo per noi lettori, si mette al servizio e opera una “traduzione” della realtà. Ce la rende più chiara e comprensibile.

Nascono così – grazie alle domande dei lettori e del pubblico che lo ha seguito negli ultimi anni – queste 21 lezioni. Riflessioni, domande pressanti sui temi più disparati: come sopravvivremo alla tecnologia, come ci influenza questa rivoluzione tecnologica? Come sarà – ci sarà?! – il lavoro nel 2050? E Dio, come affrontiamo la questione religiosa? E il terrorismo? E il cambiamento climatico?

È necessaria la fatica che richiede l’approfondimento (andare oltre al titolo e al sommario già aiuta) e la disponibilità a riflettere. Ma la fatica sembra passata di moda, perché chi le mode le fa sa bene che quando ne facciamo, quando attiviamo il cervello, diventiamo meno malleabili, meno controllabili, meno manipolabili. Perciò facciamo fatica! Facciamoci liberi.

Ti sei innamorato di un libro? Condividilo e raccontami perché è speciale e diventerà il prossimo BookBlister consiglio della settimana! Manda una mail a info@bookblister.com
<

1 Commento

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password