Libri a Colacione 21 settembre 2019

Libri a Colacione 21 settembre 2019

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: L’ospite di Margherita Nani e Grinta di Angela Duckworth.


Vuoi ascoltare la puntata? Ecco il podcast!


L’OSPITE. LE ANATOMIE DI JOSEF MENGELE
di Margherita Nani, Brioschi, anche in ebook, pagine 375

L’OSPITE. LE ANATOMIE DI JOSEF MENGELE di Margherita Nani, Brioschi,

Siamo nell’entroterra brasiliano, a Candido Godoi. È una calda giornata di agosto del 1955. E un uomo bussa alla porta di Paula Souza. È molto riservato, è un forestiero, un tedesco, e sta cercando una stanza da affittare.

Paula non ama gli occhi “stranamente indagatori” di quest’uomo. Al contrario di Pia, sua figlia, una adolescente, viva, travolgente e pura che resta profondamente affascinata da quest’uomo. Per lui sarà lo stesso. Ma cosa si agita nell’animo di questo straniero? Quali ricordi, quali dolori…

A poco a poco attraverso una serie di flashback scopriamo che l’ospite nasconde un segreto. Si tratta infatti di Josef Mengele conosciuto come l’Angelo della Morte: il medico di Hitler che fece tra i più crudeli esperimenti su uomini, donne e sui bambini reclusi nel campo di concentramento di Auschwitz.

E così, in un montaggio che alterna presente e passato, conosciamo il rapporto di Josef con la moglie Irene. E poi con Teresa, la ragazza ebrea che per anni gli è stata a fianco mentre effettuava i suoi atroci esperimenti. E infine con Pia, questa giovane che lo attrae o forse che vorrebbe controllare come è sua natura fare con tutte le creature.

È questa una biografia romanzata che mischia quindi alla realtà storica la finzione letteraria, ma il suo compito è arduo: tentare di mettere a fuoco il volto del Male, tentare di capire. Perché abbiamo sempre bisogno di comprendere soprattutto i lati peggiori dell’animo umano. Sperando di non doverci fare i conti mai più.

GRINTA
di Angela Duckworth, di Gabriele Noferi, Giunti, anche in ebook, pagine 336

GRINTA di Angela Duckworth, di Gabriele Noferi, Giunti

Se non hai talento dove vai? Siamo circondati da fenomeni. Sportivi, cantanti, geni della comunicazione… Alieni o semidei che sfoggiano una qualità che li rende unici. Irripetibili. Inimitabili.

Il talento però pare più un dono divino. Qualcosa che è arrivato alla nascita e che, certo, si deve saper sfruttare e valorizzare ma lui c’era già.

Prendiamo un caso tipico, la scrittura. Si crede, spesso, che i grandi scrittori siano folgorati dall’ispirazione e basti loro sedersi alla scrivania ed ecco, per magia, un libro. Visto così il talento è una specie di superpotere, c’entra con la genetica, non richiede troppa fatica e ti permette di raggiungere risultati eccezionali.

Va da sé che tutti vorrebbero avere talento. Ma se si nasce senza una grande dote, come si fa? Ci vuole la grinta!

E perché non tutti desiderano avere grinta? Perché richiede ben più fatica… ma porta maggiori risultati. Cosa che non è sempre vera per le persone talentuose che, spesso, si siedono in questa condizione e non producono, non si allenano. Tutti gli altri, invece, ben sapendo di avere poche altre scelte, studiano, si esercitano, imparano e migliorano perché possiedono una grande passione e dosi generose di perseveranza.

Ecco che questo libro analizza con cura e in modo scientifico l’ingrediente speciale che ci permette di raggiungere i nostri obiettivi: la grinta!

Ti sei innamorato di un libro? Condividilo e raccontami perché è speciale e diventerà il prossimo BookBlister consiglio della settimana! Manda una mail a info@bookblister.com
<

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password