Libri a Colacione 2 novembre 2019

Libri a Colacione 2 novembre 2019

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: L’incubo di Hill House di Shirley Jackson e Rolando del camposanto di Fabio Genovesi.


Vuoi ascoltare la puntata? Ecco il podcast!


L’INCUBO DI HILL HOUSE
di Shirley Jackson, traduzione di Monica Pareschi, Adelphi, 233 pagine, anche in ebook

L’INCUBO DI HILL HOUSE di Shirley Jackson, traduzione di Monica Pareschi, Adelphi

Ci sono case belle, accoglienti, case “buone”. Case in cui, quando entri, ti senti subito a tuo agio. Protetto. Hill House non è una di queste.

Hill House, che sana non era, si ergeva sola contro le sue colline, chiusa intorno al buio; si ergeva così da ottant’anni e avrebbe potuto continuare per altri ottanta. Dentro, i muri salivano dritti, i mattoni si univano con precisione, i pavimenti erano solidi, e le porte diligentemente chiuse; il silenzio si stendeva uniforme contro il legno e la pietra di Hill House, e qualunque cosa si muovesse lì dentro, si muoveva sola.

Hill House non è il posto in cui verrebbe voglia di entrare, a meno che voi non siate il professore Montague, antropologo e appassionato spiritista. Montague ha sposato una sensitiva e questa villa vuole studiarla, perché è convinto che sia infestata da oscure presenze.

Qui vuole infatti condurre un esperimento, niente a che vedere con l’antropologia… lui desidera studiare le percezioni extrasensoriali.

Il suo piano? Affittare Hill House durante le vacanze estive e invitare una serie di persone scovate negli archivi degli istituti di parapsicologia. Assistenti molto particolari, quindi, capaci di risvegliare con la loro presenza la villa stessa e ciò che la abita.

A ricevere la lettera di invito e ad accettarlo saranno Eleanor, profondamente segnata dalla vita e soprattutto dalla morte della madre, Theodora un’artista, e Luke che è l’ultimo erede dei proprietari di Hill House.

Ma questa villa non è stata progettata per essere vissuta, né abitata con amore. È una casa costruita sullo squilibrio, così l’ha voluta il suo progettista: Hugh Crain. Piani inclinati, muri che curvano lievemente e un impianto che la rende perfetta per disorientare chi vi si muove all’interno. E così si perde il senso dell’orientamento, e si perde anche il senno…

Se amate le storie di spiriti, fantasmi, case infestate, non potete perdervi Hill House. Ma adesso che siete state avvisati, siete sicuri di voler entrare?

ROLANDO DEL CAMPOSANTO
di Fabio Genovesi, illustrazioni di Gianluca Maruotti, Mondadori, pagine 225, anche in ebook

ROLANDO DEL CAMPOSANTO di Fabio Genovesi, illustrazioni di Gianluca Maruotti, Mondadori

Il protagonista di questa storia è un tipetto strano, molto strano. Chi lo dice? Ma lo dicono tutti! Non parla, non ride, non gioca. Se ne sta sempre da solo.

Alle volte, più che parlare, sussurra. Probabile che stia chiacchierando con Cip che è il suo amico merlo. Sì, tutto nero nero… il bimbo del campo santo lo ha salvato, perché era caduto dal suo nido, e lo ha nutrito e adesso è un merlo bellissimo che ama stare sulla sua spalla e fischiettare.

Il bimbo del campo santo però non si chiama così. Un nome ce l’ha, Rolando, ma non lo chiama nessuno – a parte lo zio e la maestra quando fa l’appello – per questo a scuola se ne sta tutto da solo, nel suo banco. E ti credo, Rolando vive in un cimitero! E ci vive perché lì lo zio fa il guardiano. E infatti quando lo vedi in giro per il paese sta sempre accanto a una bara durante un funerale per dare una mano allo zio… È per questo che i bambini lo prendono in giro. Dicono che a colazione mangi ragni inzuppati nel latte!

Rolando in realtà a colazione mangia il riso soffiato, e la sua casa è una casa come tutte. Aveva anche due genitori, però un giorno sono usciti con la macchina e non sono più tornati e adesso fa un po’ da balia allo zio che è buono ma gli è successa una cosa tanto brutta e lui si aiuta a dimenticarla col vino.

Insomma Rolando è un bimbo come tutti ma è molto solo. Soprattutto adesso che è in vacanza. Come si fa a riempire le ore? Bisognerebbe incontrare qualcuno… Finché, un giorno, qualcuno lo incontra davvero! Marika e Mirko che sono due cugini. Ma, soprattutto, sono dei fantasmi! E sono nei guai, perché sono stati risucchiati dal Grande Buco. Tocca andare a salvarli, tocca trovare il coraggio per scalare il Monte Pupazzo.

Per tutti i bambini che si sentono un po’ soli, per tutti i bambini che hanno paura… ecco una missione davvero speciale a caccia del proprio coraggio!

Ti sei innamorato di un libro? Condividilo e raccontami perché è speciale e diventerà il prossimo BookBlister consiglio della settimana! Manda una mail a info@bookblister.com
<

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password