Libri a Colacione 20 giugno 2020

Libri a Colacione 20 giugno 2020

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: Eva e le sue sorelle di Tieta Madia e Social Classici di Fabio Veneri.


Vuoi ascoltare la puntata? Ecco il podcast!


EVA E LE SUE SORELLE
di Tieta Madia, Marcos y Marcos, pagine 206, anche in ebook

EVA E LE SUE SORELLE di Tieta Madia, Marcos y Marcos

La protagonista di questa storia è cresciuta in una famiglia in cui la nascita è un fatto più che naturale. È un fatto scontato. Fratelli, gatti, conigli… tutti intorno a lei si riproducono con facilità.

Sarà forse per questo che fin da bambina si immagina mamma. Le “scappa” di avere un figlio, così ci dice perché è qualcosa che per lei dovrebbe essere come respirare. Facile. Automatico.

E invece no. Tanto per cominciare per fare un figlio hai bisogno di un compagno con cui farlo, un compagno che capisca che cosa significa per te fare un figlio (e la ricerca le costa un bel po’ di tempo). E poi il tuo utero deve collaborare.

Quello di Tieta – questa è la sua storia – pare parecchio disobbediente, invece. E la costringe a fare i conti con una malformazione che le rende difficile, o addirittura impossibile, mettere al mondo un bambino.

Ed è così che scopriamo come una donna che desidera profondamente diventare madre vive l’esperienza di un corpo che è forse incompatibile con la vita. E lo scopre nel modo più doloroso, passando attraverso una serie di aborti spontanei.

E se di madri alla ricerca di un figlio si è abbondantemente parlato, spesso degli aborti spontanei non si fa parola, facendo sentire ancora più smarrite e “sbagliate” le donne che vivono questa esperienza. La bravura dell’autrice consiste nel gestire con grande controllo il tema autobiografico e affrontare questi temi così delicati e intimi con una freschezza e un’autoironia disarmanti che non tolgono alcunché alla serietà e alla drammaticità di questa esperienza.

Un libro per le madri che non smettono di essere figlie. Un libro sull’amore e sul bisogno di imparare ad accettare una lezione indigesta: non abbiamo il controllo su niente, ma abbiamo il potere di accettarlo.

SOCIAL CLASSICI
di Fabio Veneri illustrazioni di Victor Cavazzoni, Edizioni Clichy, pagine 112

SOCIAL CLASSICI di Fabio Veneri illustrazioni di Victor Cavazzoni, Edizioni Clichy

Come si può parlare di classici della letteratura in epoca social? In un tempo in cui l’attenzione di molti utenti non va oltre il titolo di un post… qui parliamo di libri densi, lunghi. Ricchi, larghi! Ma chi ama leggere i classici, ama anche condividere le proprie letture. Quella “dieta” che non è (quasi) mai faticoso seguire, fatta di parole e storie eterne che hanno sempre la forza di dirci qualche cosa, di mostrarci qualcosa.

Ed ecco che gli autori si sono sfidati, per prima cosa hanno stilato una lista di 50 capolavori – che già questa è di per sé una impresa, visto che sceglierli non è mai facile –, capolavori della narrativa ma c’è spazio anche per il teatro e la poesia, e li hanno ripensati e riadattati per gli smartphone.

Piccole donne, Dracula, l’Iliade, la Divina Commedia, il Faust, Frankenstein… una sorta di elenco delle meraviglie che può trasformarsi in una selezione-guida per curiosi che permetta loro di sbirciare di che cosa si tratta e magari trovare la spinta per affrontare un viaggio ben più lungo, cioè la lettura del testo.

Ogni opera viene presentata così: un riassunto in 140 caratteri, insomma il caro e vecchio Tweet. La community, cioè i personaggi di cui è popolata la storia, il commento dei follower che regala una piccola chiave di lettura, la geolocalizzazione – perché ogni storia accade in un luogo e in un tempo – e per chiudere in cattiveria ma senza odio: l’hacker che non è un hater ma non si risparmia un commento ironico sulla vicenda.

È un gioco, intrigante, per non dimenticarsi mai che i grandi libri resistono a tutto anche alla nostra indifferenza. Ma se li scopriamo è meglio (per noi, s’intende!). Da regalare anche a chi dice di rileggere i classici, magari li leggerà per davvero questa volta.

Ti sei innamorato di un libro? Condividilo e raccontami perché è speciale e diventerà il prossimo BookBlister consiglio della settimana! Manda una mail a info@bookblister.com
<

1 Commento

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password