Fate presto e mirate al cuore – Aldo Costa

Autore: Aldo Costa

Casa editrice: Piemme

In realtà si tratta del terzo capitolo di una trilogia cominciata con Non è vero e seguita da Non dormirai mai più, entrambi pubblicati da Piemme. Ma potrete gustarvi questo thriller come fosse un libro autonomo (e correre a recuperare le precedenti “puntate” in un secondo tempo) perché l'autore riesce a fornirvi tutte le informazioni salienti – o meglio le passate peripezie dei protagonisti – così da permettervi di godere la storia senza intoppi.

La storia? Se sei un sostituto procuratore della Repubblica, di certo, non hai vita facile. Se sei una donna, forse è anche peggio… solo che stavolta Serena Ainardi ha pestato i piedi a qualcuno che non è disposto ad accettarlo: Salvatore Nicosia, infatti, è uno che vuole vendetta e la considera qualcosa di definitivo. Il che significa ammazzare i suoi nemici.

Serena però non è sola nelle sue battaglie quotidiane ha infatti una storia – strampalata ma intensissima – con Lorenzo Cremona che un tempo è stato pure un suo imputato (era stato accusato di aver abusato di una sua allieva, Lorenzo era un professore) ma le ha salvato la vita. Stavolta, però, Serena deve fare i conti anche con la malattia e quando le sue condizioni di salute si fanno davvero disperate, ecco che esprime un desiderio: stare con l’uomo che ama che vive in un piccolo rifugio in montagna.

Leggetelo perché le pagine sulla malattia sono struggenti, l’autore descrive in modo incredibile il rapporto tra un uomo e una donna che si amano nonostante un male incurabile. Descrive alla perfezione la capacità di accettare la trasformazione di una persona malata, del suo corpo della sua mente... la capacità di affrontare tutto senza bugie.

Ma questo è un thriller, signori, e voi non potete neppure immaginare quello che sta per succedere. Il punto è che cambierà tutto. L’unica cosa che rimarrà identica? Voi, aggrappati al libro, fino alla fine.

358 pagine

Compra adesso

Nessun commento ancora

Lascia un commento