Libri a Colacione 14 settembre 2019

Libri a Colacione 14 settembre 2019

Tornano i Libri a Colacione, la rubrica di Tutto Esaurito su Radio 105! Questa settimana: E i figli dopo di loro di Nicolas Mathieu e Sospettosi di Silvia Bencivelli.


Vuoi ascoltare la puntata? Ecco il podcast!


E I FIGLI DOPO DI LORO
di Nicolas Mathieu, traduzione di Margherita Botto, Marsilio, anche in ebook, pagine 477

E I FIGLI DOPO DI LORO di Nicolas Mathieu, traduzione di Margherita Botto, Marsilio

Siamo in un piccolo e sperduto paese della Loira. E qui si intrecciano le vicende di tre ragazzi che appartengono a differenti classi sociali ma soprattutto hanno storie familiari diverse.

Il più piccolo, Anthony, ha appena compiuto 14 anni e di agi ne ha pochi. Ma non gli mancano i guai: la sua famiglia lotta con la crisi e la disoccupazione, lui si sorbisce i litigi dei genitori e l’alcolismo del padre. Hacine, invece, abita nella banlieue e si porta addosso la rabbia di chi crede che, anche facendo tutto bene, non otterrà granché nella vita perché è figlio di un immigrato marocchino. A Stephanie non manca nulla ed è bellissima ma che te ne fai della bellezza in un posto così?

E mentre i tre sono fortissimamente travolti da tutto – amore, amicizia, conflitti – se la devono vedere con padri e madri considerati dei “cretini”, gente banale in crisi per cose banali: licenziamenti, dipendenza dalle droghe, divorzi o corna… genitori che se gli muore un figlio non piantano grane, non si impiccano, al massimo prendono delle pasticche. Genitori che non sono in grado di garantire un futuro ai propri figli, al massimo ai propri figli chiedono aiuto.

Se la devono vedere con una provincia in rovina, raccontata tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta, governata dalla crisi industriale: industrie che hanno divorato tutto e tutti e adesso stanno morendo. Un luogo immobile incapace di proporre un cambiamento in cui ci si anestetizza comprando cose di marca (e non).

Ma c’è chi cambia e fugge, anche se deve passare attraverso un bel po’ di orrore; c’è chi resta e sopravvive in qualche modo con un lavoro interinale… Ecco la cronaca, senza sconti, del momento in cui la società si è disintegrata. Mathieu è incredibilmente acuminato e sorprendentemente sentimentale.

SOSPETTOSI
di Silvia Bencivelli, Einaudi, anche in ebook, pagine 280

SOSPETTOSI di Silvia Bencivelli, Einaudi,

Basta fare un giro sui social ed eccole: orde di madri che danno consigli per curare i figli. Nutrizionisti improvvisati. Dermatologi 2.0. Persone che gettano discredito sulla scienza. Complottisti che vedono macchinazioni scientifiche ovunque…

Ma non è colpa di internet. La rete ci mostra qualcosa che c’è, senza belletto. La rete, al massimo, è un facilitatore senza (troppi) filtri, perché permette alle notizie di circolare. Notizie, una miriade, che circolano ogni giorno e senza smentite diffondono il verbo della discordia e dell’ignoranza.

E questa quantità immane di dati non solo abbassa la qualità dell’informazione in generale ma livella, cioè sfuma quella che in passato era una linea di demarcazione netta tra chi possiede una professionalità e chi non la possiede. Tra chi possiede il diritto di parlare di un dato argomento e chi no. E, cosa ancor peggiore: sfuma i confini tra chi sa e chi non sa.

E così possiamo vedere lo scienziato che fa un prezioso lavoro di divulgazione che se la deve vedere con il leone da tastiera che vomita teorie strampalate, sostenuto da altrettanti tuttologi. Ed è avvenuto l’incredibile: non sono i nuovi “guru” a dover dimostrare la veridicità delle proprie affermazioni ma è la scienza ad essere costretta a smontare le falsità.

Il guaio? Non è una guerra tra buoni e cattivi né tra ignoranti e sapienti. Perché chi divulga non viene attaccato solo dagli sciocchi. Ci sono persone colte e preparate che sono preda della disinformazione tanto quanto gli ignoranti. Quindi il problema è serio.

L’autrice si chiede insomma perché siamo diventati così sospettosi e fragili, pronti a credere con tanta facilità a teorie strampalate e a guardare con sospetto tutto ciò che è scientifico.

Ti sei innamorato di un libro? Condividilo e raccontami perché è speciale e diventerà il prossimo BookBlister consiglio della settimana! Manda una mail a info@bookblister.com
<

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password