Biancamaria Frabotta

Biancamaria Frabotta – Tutte le poesie 1971-2017

Biancamaria Frabotta per “DiVersi, solo le cose inutili sono poetiche” di Elisabetta Bucciarelli che oggi pensa ai pesciolini della vita, ai nostri piccoli (e a noi, anche a noi che li osserviamo).

Biancamaria Frabotta – Tutte le poesie 1971-2017 – Mondadori
Autore: Biancamaria Frabotta
Casa editrice: Mondadori
Compra adesso

Pesciolino rapito da una rapida
e venuto fra noi, a boccheggiare
in un dorato anfratto della riva
con te e come te lasciati a secco.
Chissà quali fragori, quali corni fatati
e trombe, nel gran Mare dei Coralli!
Eccoci chini su di te, a spiarti
oltre l’azzurra volta della lotta
che ti ha messo nel mondo
le alzate manine sopra la testa
su e giù, nel ritmico sussulto.
Eri qua solo da un’ora
perdutamente, arreso alla nascita.

Ricordarsi di come eravamo anche noi. Perdutamente arresi alla nascita, strappati a un mare di coralli a cui torniamo talvolta, ogni anno, più volte, se possibile.
Appena rapiti già teniamo le mani in alto.

Così i nostri piccoli del mondo, che scatenano emozioni quotidiane, paure incomprensibili, terrori ingiustificati, ansie, commozioni. Ma anche e soprattutto curiosità. Sconcerto e speranza.

Dobbiamo recuperare la posizione eretta, tornare centrati, accettando una forza di gravità lieve. Restando in piedi, nel piccolo sconcerto, dietro a una porta chiusa. Non più chini, nemmeno spioni (lo siamo, ciascuno a modo suo).

È un esercizio difficile e a volte a-poetico. Dicono che sia utile concentrarsi sul primo ricordo. Dicono anche che leggere serva a distogliere lo sguardo.

Ciao, pesciolini della vita, che state correndo lungo il fiume, verso l’oltre-mare. Non sarà facile, ma nemmeno impossibile. Predatori, reti, secche; acqua limpida, raggi di sole, profondità incantate e salti piccoli sul pelo dell’acqua.

Biancamaria Frabotta, Tutte le poesie 1971-2017, Mondadori, acquistato a Festivaletteratura di Mantova 2018,

Qui trovate tutto su di lei.

Elisabetta Bucciarelli54 Posts

Elisabetta Bucciarelli è nata a Milano, città dove vive e lavora con la scrittura. Ha firmato saggi, sceneggiature, pièce teatrali e romanzi. Ha cominciato a pubblicare racconti a vent’anni, su riviste, quotidiani e antologie, per poi firmare il ciclo di romanzi dell’ispettrice Vergani (Mursia, Kowalski/Feltrinelli, E/O) con cui vince il prestigioso premio Giorgio Scerbanenco per il migliore noir italiano. Sceglie di partecipare a progetti editoriali di avanguardia, all’interno dei quali nascono il romanzo di ecomafia Corpi di scarto (Verdenero, 2011) premio Lucia Prioreschi/il Tirreno, l’audiodramma L’etica del parcheggio abusivo (Autorevole Fonderia Mercury e poi pubblicato da Feltrinelli 2013 e in traccia audio per Salani) e La resistenza del maschio (Viceversa di NNE) ristampato a due mesi dall’uscita. Scrive testi d’arte e collabora con testate giornalistiche italiane e straniere. Conduce laboratori di scrittura espressiva e sensoriale e si occupa di formazione. Il suo ultimo romanzo si intitola "Chi ha bisogno di te", Skira editore.

<

0 Commenti

Lascia il tuo commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password